Il ministro Zangrillo: ‘Su Caivano faremo investimenti importanti’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Per la realizzazione del progetto Caivano, “in queste settimane cercheremo di ottenere una visione più definita di un investimento che sarà sicuramente rilevante”.

Questa è stata la dichiarazione del ministro per la Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo, durante un’audizione presso la commissione di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie.

Il ministro ha discusso del progetto del governo per affrontare la complessa situazione del comune della città metropolitana di Napoli. Zangrillo ha sottolineato che il suo ministero ha già messo a disposizione 5 milioni per le attività di intervento di efficientamento amministrativo, comprese procedure concorsuali e formazione.



    Ha inoltre menzionato gli investimenti necessari per risorse umane e interventi di modernizzazione, come la digitalizzazione degli sportelli unici. Il ministro ha affermato che, sebbene al momento non siano disponibili cifre precise, tutti gli interventi avviati finora sono finanziati dal dipartimento della Funzione Pubblica.

    Zangrillo ha assicurato che entro la fine dell’anno sarà possibile definire il pacchetto di investimenti necessari, includendo il rafforzamento del capitale umano e le iniziative di modernizzazione. Ha concluso confermando che entro l’anno saranno chiari anche i costi dell’investimento per l’unità di missione che si prefigge di esportare questo modello in altre realtà.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Camorra, 50 anni di carcere per il racket del pane ai nuovi Lo Russo di Miano

    I nuovi capi del clan Lo Russo di Miano, accusati di estorsione aggravata, per il cosiddetto racket del pane hanno incassato 50 anni di carcere. Lee condanne hanno riguardato Salvatore Di Vaio, 48 anni, detto "Totore o' Cavallo",  Alessandro Festa, 24 anni, Cosimo Napoleone, 33 anni, Fabio Pecoraro, 26 anni, Giovanni Perfetto, 59 anni, detto "o' mostr ("il mostro", ndr) e Raffaele Petriccione, 25 anni, detto "Raffaele o' pazz" sono stati condannati a 7 an...

    Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

    C'è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell'inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania e Tunisia. Le indagini sono partite da Polla, in provincia di Salerno, per poi coinvolgere i vertici della Regione Campania. Oltre ai funzionari coinvolti, diversi imprenditori del settore rifiuti sono stati posti in stato di fermo. Sono stati sequestrati beni di almeno tre aziende attive nello stoccaggio di rifiuti. L'indagine ha preso...

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE