Priscilla, la più nota drag queen italiana, protagonista di Do dot disturb all’Hotel Palazzo Caracciolo

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sabato 25 e domenica 26 novembre, torna Do not disturb – Il teatro si fa in albergo all’Hotel Palazzo Caracciolo.

Il format, che porta gli spettatori fuori dai teatri e all’interno delle camere d’albergo, presenta lo spettacolo ‘Nziria, scritto da Claudio Finelli e Mario Gelardi che ne cura anche la regia, e interpretato da Mariano Gallo (Priscilla), Francesco Ferrante e Nello Provenzano. La performance vede un unico personaggio confrontarsi col suo doppio, Priscilla, la più nota drag queen italiana, tra i ricordi e nuovi incontri. L’appuntamento è sabato 25 novembre alle 19.00 e alle 20.30 e domenica 26 novembre alle 18.00 e alle 19.30. Info e prenotazione obbligatoria al 3396666426. Costo del biglietto: 15 euro.

‘Nziria ha come protagonista, per questa versione di Do not disturb, Mariano Gallo, noto al pubblico con il nome di Priscilla, famosa drag queen, presentatore della versione italiana di Drag Race.



    Due incontri e un intermezzo. Nel primo segmento, Favolosi, scritto da Gelardi, si racconta un’educazione sentimentale e artistica: Priscilla incontra uno dei suoi ballerini che ha il desiderio di diventare una drag. Un dialogo tenero e confidenziale tra i due protagonisti che, truccandosi, svelano i loro piccoli segreti, permettendoci di entrare nello spirito e nel mondo delle drag queen.

    Lo spettacolo si sviluppa attraverso il dialogo ironico tra i due personaggi che si fa riflessione profonda su chi siamo e chi vogliamo rappresentare, diventando un’attestazione di libertà personale.

    Nel secondo episodio, A ‘nziria di Claudio Finelli, dismessi i panni della drag, Mariano riceve la visita di suo fratello in albergo che porta con sé tutto il peso del passato, dei ricordi e dei rapporti familiari spezzati. La famiglia è un vincolo indissolubile che, nonostante disapprovi la nuova vita del figlio maggiore tenuta segreta per anni, non può che proteggerlo da un eventuale pericolo. Due fratelli si ritrovano faccia a faccia in uno scambio continuo di posizioni in cui i ruoli stanno stretti a entrambi.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Dehors abusivi nel Centro Direzionale di Napoli: sequestri e sanzioni

    Il reparto operativo San Lorenzo del Comune di Napoli ha scoperto tre attività di somministrazione nel Centro Direzionale che avevano installato dehors abusivi di dimensioni comprese tra i 40 e i 100 metri quadrati. Queste strutture, non autorizzate, erano completamente chiuse su tutti e quattro i lati e erano accessoriate con tavoli, sedie, sistemi audio-video, illuminazione a led e climatizzazione. Gli agenti hanno proceduto al sequestro penale delle strutture e i proprietari sono stati denunciati per...

    Napoli, donna di 51 anni investita mentre attraversa la strada: è grave

    L'ennesimo investimento è avvenuto ieri in via Bernardo Quaranta

    Avellino, cerca di portare figlia all’estero: fermata dai Carabinieri

    Una madre di origini straniere è stata fermata mentre cercava di portare la figlia di 4 anni all'estero, a Montefusco, in provincia di Avellino. Tutto è iniziato quando il marito ha segnalato alle autorità di essersi allontanato per qualche giorno e al suo ritorno aver scoperto il tentativo della moglie di lasciare il Paese con la bambina. I Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano sono intervenuti prontamente, identificando il veicolo e il conducente coinvolti nel tentativo...

    Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

    Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE