Intervento chirurgico sbagliato: clinica napoletana condannata a risarcimento di 210mila euro

SULLO STESSO ARGOMENTO

L’operazione di rimozione di calcoli renali si trasforma in un dramma per un paziente del napoletano, con conseguenze irreversibili. Lo studio legale e medico legale Associati Maior ottiene un importante risarcimento per la vittima.

Lo Studio Associati Maior ha ottenuto un risarcimento di 210.000,00 euro a favore di un paziente vittima di malasanità. L’intervento di rimozione di calcoli renali, inizialmente considerato di routine, si è trasformato in un incubo, causando la perdita funzionale e anatomica di un rene.

Il paziente, assistito dallo studio Associati Maior, si sottopose all’operazione presso una clinica privata nella zona napoletana. Dopo un breve ricovero e dimissioni, il paziente lamentava dolori fortissimi, tali da costringerlo a un nuovo accesso in ospedale. Qui, i medici scoprirono un irreparabile danno renale.

    Nonostante i tentativi di ripristinare la funzionalità, il rene subì un infarto, rendendo necessaria la sua rimozione. L’analisi delle cartelle cliniche ha rivelato una grave negligenza nella gestione operatoria, causando l’infarto renale e la successiva nefrectomia. Grazie al tempestivo ricorso agli esperti di Associati Maior, il paziente ha ottenuto un risarcimento significativo per il danno subito.

    Lo studio legale e medico legale Associati Maior, composto dagli Avvocati Michele Francesco Sorrentino, Pierlorenzo Catalano e Filippo Castaldo, insieme al medico-legale Dott. Marcello Lorello (coadiuvati in questo caso da uno specialista in nefrologia) continua a difendere le vittime di malasanità, garantendo loro giustizia e compensazione.

    @riproduzione riservata



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

    Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

    Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

    Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

    Al Museo-FRaC Baronissi presentazione del libro ‘Poetiche Impertinenze’, di Rossella Nicolò e Giancarlo Cav...

    Venerdì 23 febbraio alle ore 18:30, nel Salone della conferenze del Museo-FRaC Baronissi, sarà presentato il libro di Rossella Nicolò e Giancarlo Cavallo POETICHE...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE