Castellammare, rapina bici elettrica: minorenne finisce in comunità

SULLO STESSO ARGOMENTO

Questa mattina, il personale del Commissariato di Castellammare di Stabia ha eseguito la misura cautelare del collocamento in comunità nei confronti di un minore gravemente indiziato del reato di rapina in concorso con un altro soggetto ancora da identificare. La misura è stata emessa dal G.I.P. presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli.

Le indagini, coordinate dal personale della Squadra Investigativa stabiese, hanno permesso di ricostruire le fasi precedenti e successive all’evento delittuoso ai danni di un minore di 18 anni. La vittima, a bordo di una bicicletta elettrica, è stata aggredita da due giovani che l’hanno fermata, colpita e derubata della bici, di un telefono cellulare e di un marsupio portaoggetti.

Grazie all’analisi delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza e all’attivazione delle fonti info-investigative, è stato possibile identificare dettagli fisici e dell’abbigliamento dei presunti autori del reato. Un decreto di perquisizione delegato è stato emesso nei confronti di soggetti emersi dalle indagini, confermando le ipotesi investigative. La misura cautelare è stata eseguita nei confronti del minore ritenuto presunto autore del reato in concorso con un altro giovane attualmente in corso di identificazione.




LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE