Muscarà, verificare se c’è nitrato ammonio nei porti campani

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Napoli è la città con più alta densità abitativa d’Europa, di conseguenza se dovesse capitare un’ esplosione di un impianto elettrico in ambienti particolarmente pericolosi in atmosfere esplosive, in una delle zone della nostra città, potremmo sfociare in una strage mai vista”.

Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale Maria Muscarà del Gruppo misto che aggiunge: “Pare che sia presente attualmente nitrato d’ammonio nel porto di Napoli e/o Salerno, è vero? Devono essere gli organi competenti a svolgere tali esami, per questo ho presentato un’interrogazione in Consiglio per la quale spero mi diano una risposta in tempi brevi”.

“Ho presentato spesso interrogazioni sui controlli effettuati sugli impianti di distributori di carburanti e sui settori a questo scopo preposti, – ricorda ancora – ma noto sempre un’enorme superficialità su questo settore.

    Il dramma riguarda il fatto che una delle ASL non sapeva nemmeno che fosse compito suo fare i controlli in questione. Non sono presenti da parte delle ASL controlli nell’ultimo biennio, come l’ASL di Caserta, struttura che prevede tale compito.

    Non è possibile che ci sia tanta superficialità nonostante le brutte esperienze registrate solo nel periodo di agosto di quest’anno in Italia, a cominciare dall’esplosione di un silos di grano in cui ci sono stati 3 morti 12 feriti il 7 agosto, dall’esplosione in carrozzeria a Modena con un morto e 2 feriti il 23 agosto, dall’esplosione di una stazione di servizio di GPL 2 morti 57 feriti il 26 agosto, e così via.

    Anche queste sono morti sul lavoro ma vengono velocemente dimenticate e non si monitora nulla. Quali sono i motivi per cui non si istituisce un ufficio regionale centrale, dotato di personale tecnico esperto che verifichi, omologhi e controlli gli impianti elettrici particolarmente pericolosi, come previsto dal quadro normativo attuale, e nelle modalità previste dalla specifica normativa CEI – ATEX, magari attingendo a personale già esperto e che abbia i requisiti previsti?”, conclude Muscarà.



    LIVE NEWS

    Don Patriciello: “De Luca non mi ha dato la mano, ma l’avrei ignorato”

    Alla domanda se il governatore della Campania lo abbia...
    DALLA HOME

    Tragedia in Valtellina: morti tre giovani finanzieri

    Tragedia in Valtellina: 3 giovani finanzieri del Sagf perdono la vita durante un'esercitazione in montagna. Un'esercitazione di addestramento si è trasformata in tragedia questa mattina in Valtellina, dove tre giovani militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (Sagf) hanno perso la vita precipitando da una parete rocciosa. I tre alpini,...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE