Servadio (Ofi Lazio): “La fisioterapia è uno strumento di cura irrinunciabile”

SULLO STESSO ARGOMENTO

È l’artrite il tema principale scelto dalla World Physiotherapy per la celebrazione della Giornata Mondiale della Fisioterapia, che ricorre l’8 settembre.

Per l’occasione, l’Ordine dei Fisioterapisti (OFI) del Lazio ha organizzato due giorni ricchi di eventi all’insegna del messaggio ‘I Fisioterapisti vicino alle persone’, claim che rientra nel tema della Giornata nazionale ‘La Fisioterapia in tutti i luoghi di vita’.

Si comincia giovedì 7 settembre con un focus sulla formazione del Fisioterapista in un incontro organizzato da OFI LAZIO in collaborazione con l’Università degli studi di Roma ‘La Sapienza’, ateneo storico, il più grande d’Europa, all’interno del quale verranno affrontati il tema dell’attrattività della professione tra prospettive future della formazione, innovazione e ricerca.

    ‘La formazione del Fisioterapista- spiega la Presidente di OFI LAZIO, Annamaria Servadio– può svolgersi esclusivamente all’interno delle Istituzioni universitarie alle quali è affidata inderogabilmente l’educazione e la formazione dei professionisti della salute; luogo di confronto con i docenti, i ricercatori, gli addetti ai lavori, i rappresentanti delle istituzioni universitarie e, soprattutto, gli studenti che intendono conseguire una laurea in Fisioterapia‘.

    ‘La formazione- prosegue Annamaria Servadio- rappresenta il cuore pulsante della nostra professione da dove ripartire per poter costruire le migliori risposte ai bisogni di salute delle persone. L’evento si svolgerà dalle 15 alle 18 presso l’Aula A di Patologia Generale, in viale Regina Elena 234, della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma ‘La Sapienza’ e sarà aperto a studenti e addetti ai lavori dei Corsi di laurea in Fisioterapia di tutte le Università del Lazio perché l’obiettivo di OFI LAZIO è quello di collaborare, promuovere e supportare la formazione universitaria con tutte le Istituzioni di riferimento’.

    L’evento all’Università è solo l’inizio delle celebrazioni e di quanto accadrà il giorno dopo, venerdì 8 settembre: per celebrare al meglio la Giornata Mondiale della Fisioterapia, l’Ordine dei Fisioterapisti del Lazio ha organizzato, grazie alla disponibilità del Consiglio Regionale del Lazio e del Comune di Roma, un evento istituzionale e uno rivolto alla cittadinanza.

    L’EVENTO IN REGIONE LAZIO
    Per il primo, l’appuntamento è presso la Sala Mechelli del Consiglio regionale del Lazio, in via della Pisana 1301, dove dalle 9 alle 13 si terrà l’incontro dal titolo ‘OFI LAZIO – Ordine Fisioterapisti in Regione Lazio’. ‘Insieme a tutto il Consiglio Direttivo- afferma la Presidente Servadio- voglio ringraziare le Istruzioni regionali per l’ospitalità e la disponibilità offerte per celebrare e festeggiare questa importantissima Giornata’.

    ‘Abbiamo intenzione- aggiunge- di condividere con le istituzioni regionali in primis ma anche con tutti coloro che incidono sul sistema sanitario, ovvero operatori, ordini professionali e associazioni, un modello assistenziale e di cura che garantisca alla persona interventi sanitari di iniziativa, adeguati e differenziati in rapporto al livello di rischio o di gravità del problema, puntando anche sulla prevenzione, sull’educazione e sulla promozione del coinvolgimento attivo della persona‘.

    I TEMI AL CENTRO DELL’INCONTRO ISTITUZIONALE
    Numerosi gli argomenti su cui si soffermeranno i partecipanti. ‘Dalla riorganizzazione delle cure primarie al paradigma della Fisioterapia di iniziativa e di prossimità– rende noto Servadio- che secondo noi rappresenta una delle possibili strategie vincenti per innovare la sanità territoriale. All’interno di questo ricco programma porteremo le esperienze embrionali già in atto in alcune aziende sanitarie e accenderemo i riflettori sul valore della professione all’interno della sanità accreditata, punto cardine e di snodo della Fisioterapia di prossimità‘.

    LE PALESTRE DELLA SALUTE
    Nel modello di rete integrata e Fisioterapia di iniziativa e di prossimità fondamentale sarà affrontare il tema delle palestre della salute in tutti i territori della regione Lazio attraverso un modello chiaro e definito. ‘Non possiamo più attendere- ricorda Servadio- le palestre della salute rappresentano uno dei pilastri di quella Fisioterapia di iniziativa che può diventare una delle strategie utili per dare risposte in quei territori regionali dove il problema dell’accesso alle cure deve essere affrontato da tutti gli addetti ai lavori in un’ottica di sistema‘.

    Questo uno dei tanti temi trattati nel tavolo di confronto tra Istituzioni regionali, Ordini professionali e Associazioni all’interno di una Tavola Rotonda, moderata dal Direttore dell’agenzia Dire, Nico Perrone.

    Una questione è particolarmente a cuore alla Presidente Servadio e all’intero Consiglio Direttivo di OFI LAZIO. ‘In passato– tiene a dire Servadio- siamo stati ascoltati davvero poco. Sappiamo che la Fisioterapia dà opportunità innegabili di recupero alle persone affette da disabilità temporanee, e/o permanenti. Noi abbiamo il dovere di offrire alle Istituzioni tutte le possibili soluzioni atte a migliorare l’accessibilità alle cure, ma questo può avvenire solo attraverso una fattiva partecipazione alle attività regionali per dare vita a una nuova sanità territoriale finalmente in grado di intercettare i bisogni di salute delle persone’.

    IL GAZEBO DI OFI LAZIO IN PIAZZA DEL POPOLO
    E proprio pensando a quanto la Fisioterapia e i Fisioterapisti sono vicini alle persone ed al loro percorso, nella stessa giornata dell’8 settembre l’OFI LAZIO volge lo sguardo anche ai cittadini. Lo fa con un evento ospitato in una delle piazze più belle di Roma, piazza del Popolo. Un evento all’insegna della sana informazione, dell’educazione sanitaria e della prevenzione. Dalle 9 alle 20 i cittadini troveranno il gazebo di OFI LAZIO dove i Fisioterapisti dell’Ordine più grande di Italia daranno loro informazioni utili: prima su tutte, quella di rivolgersi proprio all’Ordine regionale del Lazio per avere la certezza di essere presi in carico da un Fisioterapista competente e quindi regolarmente iscritto e non finire, invece, in mani sbagliate.

    Per facilitare questa operazione, i cittadini che si recheranno al gazebo riceveranno materiale informativo all’interno del quale sarà presente un apposito QR code che rimanderà, se inquadrato, alla piattaforma nazionale per la verifica dei Fisioterapisti regolarmente iscritti e quindi legittimati all’esercizio della professione. ‘Il Fisioterapista– ribadisce Servadio- è un professionista qualificato e competente. La nostra professione vive, purtroppo, un abusivismo di grandi dimensioni e spesso fuori controllo. Ecco perché daremo ai cittadini gli strumenti base per riconoscere la persona che hanno di fronte nel momento in cui decidono di curarsi’.

    Tutto questo e non solo questo: i Fisioterapisti in piazza consegneranno ai partecipanti materiale grafico e gadget e si renderanno disponibili a fornire tutte le informazioni sulla Fisioterapia, sulla Giornata Mondiale e su tutte le attività dell’Ordine del Lazio e su vari quesiti di educazione sanitaria. ‘Abbiamo scelto piazza del Popolo- afferma orgogliosa Servadio- perché è la piazza di tutti, è la piazza delle persone, è quella che pensiamo possa rappresentare maggiormente quell’immagine di vicinanza che l’Ordine ha nei confronti di cittadini e professionisti: i Fisioterapisti vicini alle persone‘.

    Con la due giorni di eventi, il Consiglio Direttivo di OFI LAZIO si aspetta di aprire una nuova pagina per la Fisioterapia nella regione. ‘Abbiamo vissuto un anno molto particolare, molto pesante- sottolinea la Presidente Servadio- una fase commissariale straordinaria e successivamente l’elezione degli organi per l’istituzione effettiva dell’Ordine Regionale, oggi finalmente costituito ed in linea con l’attuazione di tutti i processi necessari per il suo funzionamento‘.

    Afferma Servadio: ‘Mi auguro si accenda finalmente una luce importante sulla Fisioterapia, una disciplina oggi troppo sottovalutata rispetto alle opportunità di valutazione e di cura che può offrire all’interno del Servizio sanitario nazionale‘.

    ‘Se parliamo di inclusione, soprattutto per le disabilità permanenti- continua- non possiamo non pensare alla Fisioterapia come un vero e proprio strumento irrinunciabile. Ecco perché va trovato il modo di implementarlo, innovarlo e svilupparlo al meglio’.
    L’evento in piazza del Popolo terminerà la serata dell’8 settembre ma si trasferirà presto in rete. ‘Stiamo costruendo il nostro sito istituzionale regionale– conclude- dove il cittadino potrà interagire per costruire insieme le migliori proposte per il benessere e la salute delle persone. I Fisioterapisti ci sono, i Fisioterapisti vicini alle persone‘.

     



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    telegram

    Campi flegrei, cinque scosse di terremoto all’alba: la più forte di magnitudo 3.7

    Torna di nuovo la paura tra la popolazione dopo che la giornata di ieri era trascorsa senza alcuna scossa registrata

    Casola, colpo di scena al Tar: riammessa la lista di Peccerillo

    Nuovo capitolo nella vicenda elettorale di Casola, piccolo centro dei Monti Lattari. Il Tar della Campania ha accolto il ricorso di Domenico Peccerillo, leader della lista "Casola in Positivo", esclusa dalla corsa alle elezioni comunali a seguito di un esposto presentato da Alfredo Rosalba, l'altro candidato sindaco. Peccerillo era stato...

    IN PRIMO PIANO