Napoli, autolavaggio con otto lavoratori in nero su otto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nell’ambito della Vigilanza dedicata al contrato al lavoro sommerso, personale ispettivo dell’ITL di Napoli, coadiuvato da Carabinieri del NIL e supportato dal Comando provinciale Carabinieri, ha effettuato l’ennesimo controllo in un autolavaggio dell’area metropolitana di Napoli.

Dagli accertamenti è emerso che tutti gli 8 lavoratori occupati nella unità produttiva risultavano completamente “in nero”. Tra questi ben cinque lavoratori, di origine extracomunitaria, provenienti dallo Sri Lanka e dai Paesi dell’Est, sono risultati sprovvisti di permesso di soggiorno.

Inoltre, un lavoratore irregolare italiano è risultato anche percettore indebitamente del reddito di cittadinanza. Riscontrate ulteriori irregolarità in materia di lavoro, con particolare riguardo alla assenza di tracciabilità della retribuzione. È stata quindi disposta dal personale ispettivo la sospensione dell’attività dell’azienda per occupazione di personale “in nero” ai sensi dell’art. 14 D.lgs. 81/1998.

    Accertata anche l’assenza di ogni misura di sicurezza sul lavoro: mancata nomina del Rspp e del medico competente, assenza del documento di valutazione dei rischi, mancata sorveglianza sanitaria e mancata informazione e formazione per i lavoratori occupati.

    Saranno contestate sanzioni amministrative per circa 50000 euro, mentre sono stati adottati numerosi provvedimenti di prescrizione in materia di salute e sicurezza per ulteriori rilevanti importi. Il datore di lavoro verrà denunciato alla Procura per illecito impiego di lavoratori privi di permesso di soggiorno.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Campi Flegrei: il suolo continua a salire, +7,5 cm da inizio anno

    Campi Flegrei, il sollevamento del suolo in particolare nella...
    DALLA HOME

    Roma: fermato presunto killer, 81enne uccisa da proiettile vagante

    Roma. Ieri pomeriggio, gli agenti della sezione omicidi della squadra mobile di Roma hanno fermato un uomo di 28 anni, Dante Spinelli, con l'accusa di essere il presunto killer dell'anziana donna di 81 anni, uccisa da un proiettile vagante nel quartiere di Ponte di Nona. La vittima si trovava a...
    TI POTREBBE INTERESSARE

    LA CRONACA