A ristoratori ‘Don Alfonso 1890’ assegnato premio alla carriera

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il presidente Unioncamera premia i coniugi Alfonso e Livia Iaccarino.

A Don Alfonso 1890, a Sant’Agata sui Due Golfi (Napoli), viene assegnato il premio alla carriera per i primi 50 anni del ristorante-icona dell’ospitalità e della Dieta mediterranea.

Il premio, nel contesto di “Agrifood Future”, la cinque giorni organizzata da Unioncamere e dalla Camera di Commercio di Salerno per discutere sul futuro del settore dell’agroindustria, è stato conferito dal presidente nazionale di Unioncamere Andrea Prete ai coniugi Alfonso e Livia Iaccarino, “per aver diffuso – si legge nelle motivazioni – la cultura dell’alimentazione mediterranea in tutto il mondo e per aver rilanciato il territorio campano quale hub alimentare a livello internazionale, contribuendo allo sviluppo di tutto il sistema imprenditoriale. Grazie al lavoro di tutta la famiglia Iaccarino, pionieri della valorizzazione della biodiversità in tavola e attenti alla salute del pianeta e dei consumatori, grandi passi avanti sono stati fatti.”

    Il Don Alfonso 1890 – primo ristorante del Sud Italia a ottenere tre stelle Michelin – è stato un pioniere sul piano dell’attenzione e della cura per l’ambiente fin dall’apertura del ristorante, nel 1973, quando Livia ed Alfonso Iaccarino portavano cartoni e bottiglie di vetro nei centri di raccolta differenziata.

    Nel 1990 Livia ed Alfonso decisero di acquistare quella che oggi è nota come “Le Peracciole”: sette ettari di terreno immersi nel bellissimo scenario di Punta Campanella, uno dei luoghi più suggestivi della Penisola Sorrentina di fronte a Capri dove si coltivano le materie prime alla base dei piatti proposti nel ristorante. Le buone pratiche sostenibili e gli obiettivi raggiunti dal Don Alfonso 1890 hanno permesso al ristorante di prendere la Stella Verde Michelin nella sua prima edizione. “Per noi la sostenibilità è un valore imprescindibile.

    Però non significa solo conservazione della natura e protezione dell’ambiente, essenziali sono anche management, che punta ad avere un’organizzazione con risorse finanziarie e personale qualificato; l’area socio-economica che si concentra sulla forza lavoro locale; e la sostenibilità culturale che promuove il paesaggio e i prodotti autentici” spiega Iaccarino.

    In ogni piatto. oltre a utilizzare prodotti di stagione del territorio, limitando così le emissioni di CO2 dovute ai trasporti, Alfonso e il figlio chef Ernesto Iaccarino si impegnano anche nella selezione di ricette che evitano la produzione di rifiuti.

    L’80% delle materie prime utilizzate in cucina proviene da fornitori locali e dai monti dell’Irpinia, con i quali è stata condivisa la scelta sostenibile adottata, stringendo accordi che prevedono l’eliminazione, laddove possibile, di imballaggi usa e getta a favore di contenitori riutilizzabili. Questa semplice azione evita ogni anno l’utilizzo di circa 200 sacchetti di plastica.

    L’attività rimarrà chiusa fino alla primavera 2024 e questo anno sarà interamente dedicato alla ristrutturazione radicale dell’azienda nell’ottica della sostenibilità a 360° “Zero emissioni”, “Zero waste” e “Gestione delle acque” sono tre obiettivi portanti su cui si basa il progetto.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    CALCIO MERCATO, il Napoli su Lukaku e il neo promosso Como prepara il colpo Icardi

    In attesa che si sistemino le tante panchine ancora in attesa del loro nuovo 'padrone' (le ultime danno PIOLI in avvicinamento al Napoli, con contratto biennale più opzione per un'ulteriore stagione), con DE ZERBI ancora in attesa di proposte concrete (oltre a quelle di Porto e Marsiglia) dopo il...

    Il cantautore casertano Valerio Piccolo firma la canzone del film di Paolo Sorrentino

    Il poliedrico artista di Caserta, Valerio Piccolo, noto musicista, cantautore, traduttore e adattatore per libri, teatro e cinema, firma la canzone originale "E si' arrivata pure tu" per il nuovo film di Paolo Sorrentino, "Parthenope", in concorso al 77esimo Festival del cinema di Cannes. "Sono onorato e felice di contribuire...

    CRONACA NAPOLI