Turismo a Napoli, per Federalberghi sei mesi da record

SULLO STESSO ARGOMENTO

Superato il 78% di occupazione media camere nel primo semestre 2023, rispetto allo stesso periodo (gennaio-giugno) dello scorso anno (68,5%) si segnala un incremento di quasi il 10%.

Le cifre attuali hanno raggiunto quelle del 2019, ultimo anno di riferimento per il boom turistico in città. Sono i dati diffusi da Federalberghi Napoli.

In particolare giugno, favorito anche da numerosi eventi, come concerti e mostre, è stato uno dei migliori degli ultimi 10 anni. Per larghi tratti del mese era impossibile trovare camere libere.

    Raggiunto quasi il 90% di occupazione camere, mentre luglio è partito leggermente più cauto. L’obiettivo è ripetere i numeri dello scorso anno quando si raggiunse poco più dell’80%.

    Nel primo semestre è aumentata anche la permanenza media arrivata a quasi 3 notti. Un segnale importante perché permette al turista di visitare anche luoghi meno centrali e vivere la città in maniera più completa. Resta equilibrio fra presenze di stranieri e di italiani (50%).

    Fra gli stranieri primeggiano gli statunitensi seguiti da francesi e giapponesi. Un successo che Napoli sta provando a consolidare.

    Sta aumentando l’offerta di posti letto con le aperture, nei prossimi anni, di tre strutture alberghiere di brand internazionali, e si lavora per migliorare i servizi.

    “Solo attraverso un dialogo intenso e costruttivo, fra privati ed Istituzioni, sarà possibile risolvere alcuni problemi endemici della città ed ottenere un miglioramento strutturale – dichiara il presidente di Federalberghi Napoli, Salvatore Naldi -, oggi applaudiamo la nostra Amministrazione, e tutti gli attori coinvolti, per l’inaugurazione del sottopassaggio che collega il porto a piazza Municipio ed alla Metropolitana: dal Sindaco Manfredi, al Governatore De Luca, agli assessori Cosenza e Armato, al presidente della Metropolitana Napoli, Paolo Carbone”.

    La zona del porto è uno snodo fondamentale per i turisti che, in estate, non arrivano a Napoli solo per dirigersi verso le isole, ma soggiornano in città per visitarla e poi si spostano nelle località di mare.

    Per questo l’area portuale deve offrire un’immagine di efficienza e accoglienza costante nel tempo, evitando alti e bassi. “Il sottopassaggio dovrebbe favorire un miglioramento di tutta l’area portuale – prosegue Naldi -, offrendo ai turisti un’immagine della città più organizzata ed efficiente, favorendo il trasporto pubblico.

    Riducendo gli attraversamenti pedonali dovrebbe migliorare anche il traffico cittadino. Ora, però, tutto questo va gestito e salvaguardato con un programma preciso fatto di controlli e di manutenzione, in attesa della chiusura di altri cantieri che permettano a turisti e cittadini di muoversi con maggior facilità, e risparmio di tempo, in ogni angolo della città”



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Concerto ‘Bach & Vivaldi’ alla Domus Ars: il 22 febbraio per la rassegna De Tasto et De Chorda

    Concerto "Bach & Vivaldi" alla Domus Ars: 22 febbraio per la rassegna De Tasto et De Chorda La Rassegna di rarità musicali De Tasto...

    Napoli, lancia borsello con la droga dalla finestra: arrestata incensurata

    E' accaduto a San Pietro a Patierno dove è finita in manette una donna di 26 anni

    Casalnuovo, ‘Una Città Che Scrive’ dedica la nona edizione del Premio Letterario a Giulia Cecchettin

    L'ideatore del premio, Giovanni Nappi, ha sottolineato che questa edizione rappresenta un forte e chiaro messaggio contro la violenza sulle donne. Il bando per il...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE