San Giorgio a Cremano, senza casco e patente minaccia di morte i vigili urbani

SULLO STESSO ARGOMENTO

Agenti della Polizia municipale minacciati di morte da un uomo a bordo di uno scooter senza casco e senza patente. E’ successo a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, e a denunciarlo è il sindaco Giorgio Zinno, che esprime “piena solidarietà ai nostri agenti impegnati ogni giorno a tutela della legalità”.

Il fatto, fa sapere Zinno, è avvenuto questa mattina intorno a mezzogiorno in piazza Massimo Troisi: “Due agenti hanno fermato uno scooter su cui viaggiavano due persone senza il casco protettivo e il conducente, di 27 anni, era anche privo della patente di guida.

All’alt degli agenti, il giovane alla guida si è scagliato contro di loro minacciandoli di morte e aggredendoli verbalmente imitando il gesto di una pistola. Frasi raccapriccianti, provocatorie e pericolose che non riporterò perché vergognose.

    Frasi a cui sarebbero potute seguire azioni altrettanto pericolose, che sono state evitate grazie al coraggio degli agenti”. Il tutto, sottolinea il sindaco, “si è svolto sotto gli occhi dei passanti increduli che hanno assistito alla scena, mentre sul posto si recava il vice comandante, tenente colonnello Attilio De Vita, che ha immediatamente proceduto a denunciare l’uomo per minaccia di morte, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

    L’uomo è risultato residente a San Giorgio a Cremano e con molti precedenti per reati specifici che vanno dal furto alla truffa.

    A nome della nostra comunità esprimo piena solidarietà agli agenti di Polizia municipale impegnati ogni giorno a compiere il proprio dovere a tutela della legalità, per assicurare sicurezza alla nostra bella San Giorgio a Cremano e nello stesso tempo faccio a loro i complimenti per aver saputo gestire questa difficile situazione. Non mollate, Siamo con voi”, conclude il sindaco di San Giorgio a Cremano.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE