Lioni, arrestati un mese fa per ora denunciati per furto di energia elettrica per milioni di euro

SULLO STESSO ARGOMENTO

Era il 27 giugno quando i Carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia arrestarono a Lioni, in provincia di Avellino, 6 persone trovate in 3 serre artificiali mentre coltivavano cannabis.

Un’operazione che portò al sequestro di 453 piante di cannabis indica di 150 centimetri l’una e di 800 i grammi di “erba” già pronti al confezionamento.

Ora gli stessi militari hanno terminato – grazie al preziosissimo contributo del personale dell’Enel – gli accertamenti effettuati sull’impianto di ventilazione, illuminazione ed essiccazione nei 3 locali adibiti a serra per comprendere quanta corrente sia stata effettivamente utilizzata illegalmente.



    Ebbene i dati sono impressionanti. Il personale di Enel Energia ha accertato che il furto di corrente elettrica è andato avanti da luglio del 2018 al luglio del 2023. 5 anni in cui sono stati consumati 2.538.821,09 KWH per un valore di 4.446.578,63 euro.

    Un danno economico di quasi 4 milioni e mezzo di euro per il quale i 6 arrestati (padre e figlia di origini napoletane ma residenti a Lioni, tutti gli altri di natali albanesi n.d.r.) sono stati denunciati dai carabinieri di Castellammare.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE