L'EVENTO

Nuoto di fondo, 81 atleti per le prove open Capri-Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

81 nuotatori, tre gare tra giugno e luglio, undici nazioni e quattro continenti rappresentati. Sono i numeri delle prove open che da venerdì 23 giugno aprono ufficialmente la 58esima edizione della CapriNapoli trofeo Farmacosmo, la competizione di nuoto in acque libere la cui gara ufficiale – in programma sabato 9 settembre – celebra i 70 anni di vita.

Un record in fatto di longevità sportiva che gli organizzatori della Eventualmente Eventi & Comunicazione guidati da Luciano Cotena hanno deciso di festeggiare con una serie di iniziative che accompagneranno sportivi e appassionati fino alla competizione élite, partite già lo scorso 2 giugno con la traversata Monte di Procida-Procida-Monte di Procida.

Il primo appuntamento con gli open è per venerdì 23 giugno, quando in mare si sfideranno 33 nuotatori (25 uomini e otto donne) provenienti da Argentina, Australia, Brasile, Guatemala, Messico, Italia, Turchia ed Usa: sette per la gara Solo (che mette in palio la qualificazione per la prova assoluta per chi completerà la traversata entro le sette ore e mezza in campo maschile e 7h 45′ in quello femminile), due per il Duo e i restanti suddivisi in quattro staffette. Proprio nelle staffette, si vedrà in acqua tra gli altri l’argentino Claudio Plit, vincitore quattro volte della Capri-Napoli assoluta.

    Gare open Capri-Napoli di nuoto di fondo, il programma

    Le gare open (le prossime sono in programma martedì 27 giugno e venerdì 7 luglio), come la prova élite del 9 settembre che assegnerà il trofeo Farmacosmo e che sarà valida quale world challenge, rientrano nel novero delle manifestazioni sportive che sostengono la candidatura di Napoli a capitale europea dello sport 2026. La partenza è fissata da Le Ondine Beach Club della titolare Gemma Rocchi, mentre l’arrivo è previsto nelle acque antistanti il Circolo Canottieri Napoli, in virtù dell’impegno assunto dal presidente Giancarlo Bracale.

    Soddisfatto l’organizzatore, Luciano Cotena: “Le competizioni open – afferma – crescono in termini di interesse e presenze, ma soprattutto di qualità, con tanti che provano a qualificarsi per la competizione ufficiale, divenendo, ancor più, il naturale preludio alla gara ufficiale del prossimo 9 settembre, che si annuncia ancora una volta di altissimo livello. Un segnale ancora più positivo è il fatto che la Capri-Napoli continua ad essere un punto di riferimento costante tra le ultramaratone acquatiche nel mondo: nuotare nel Golfo di Napoli per tutti significa entrare di diritto nella storia di questa disciplina”.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    E’ tornata la neve sul Vesuvio e in Irpinia

    Nelle ultime ore, una repentina ondata di freddo ha colpito la regione della Campania, portando neve sul Vesuvio e in Alta Irpinia. Questo improvviso cambiamento meteorologico è stato causato da un crollo repentino delle temperature e dalle piogge abbondanti registrate nelle ultime ore . La neve sul Vesuvio, ritardataria rispetto agli anni precedenti a causa di un febbraio insolitamente mite, ha regalato uno spettacolo insolito agli abitanti della zona, coprendo il paesaggio di bianco e creando...

    Giallo sulla spiaggia di Capaccio: resti di un piede umano trovati da un turista

    Giallo a Capaccio Paestum, dove ieri mattina sulla spiaggia di Licinella, è stato fatto il macabro ritrovamento di resti ossei in riva al mare. Un turista tedesco, mentre passeggiava sulla battigia con il proprio cane, ha scoperto parte della tibia destra e un piede, molto probabilmente appartenenti a un uomo. E' scattato subito l'allarme e l'arrivo dei carabinieri della sezione scientifica che hanno prelevato il pezzo di piede. È difficile stabilire da quanto tempo i resti...

    Circumvesuviana, arrivano i vigilantes e oggi riunione in Prefettura sulla sicurezza

    L'EAV ha mantenuto la promessa di inviare vigilantes al passaggio a livello di via Crapolla, a Pompei,  teatro di quattro raid vandalici in meno di un mese. Il Prefetto di Napoli ha convocato per oggi alle 12,30 un comitato per l'ordine pubblico per la sicurezza in Circumvesuviana. "Sono atti gravissimi, fenomeni che preoccupano, per l'incolumità e la sicurezza dei passeggeri", ha spiegato il prefetto Di Bari. Le indagini della Procura di Torre Annunziata procedono speditamente.Si ipotizza...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE