A Napoli accordo per la tutela dei minorenni vittime di reati

SULLO STESSO ARGOMENTO

Firmato il protocollo operativo di orientamento territoriale per la presa in carico e la tutela di minorenni vittime di reato nel territorio di Napoli.

Il percorso e’ promosso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli e coordinato da Defence for Children International Italia, in collaborazione con il Dipartimento di Giustizia e di Comunità e il Centro di Giustizia minorile della Regione Campania, Comune di Napoli, Asl Na1, Questura di Napoli, Comando provinciale dei Carabinieri di Napoli.

Si punta a rafforzare la collaborazione tra istituzioni e servizi socio territoriali e favorire lo scambio di informazioni necessarie per la definizione di misure di tutela personalizzate per la vittima minorenne.

    Da quanto emerso nel corso della presentazione del protocollo a Nisida, una volta acquisita la notizia di reato in danno di minorenne o la segnalazione di pericolo evidente, chi acquisisce la notizia segnala il caso al referente dell’ Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni, servizio specialistico del Ministero della Giustizia, che attiva una valutazione congiunta delle misure di protezione da adottare con tutte le figure professionali coinvolte.

    Il Comune di Napoli, coordinandosi con l’ Ussm, la rete territoriale e il terzo settore si attiva per garantire l’ attuazione delle misure di protezione del minorenne vittima di reato per la ricerca e l’indicazione di nuclei familiari evenualmente disponibili, nell’ urgenza, all’ affido temporaneo del minorenne.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Centro antiviolenza a Sant’Antimo intitolato a Giulia Tramontano:

    Sant'Antimo. È stato inaugurato oggi, presso la sede del Comune di Sant'Antimo, il nuovo Centro antiviolenza intitolato a Giulia e Thiago Tramontano. Il centro, dedicato alla memoria della giovane donna uccisa lo scorso maggio dal suo fidanzato insieme al bambino che portava in grembo, offrirà ascolto e supporto a tutte...

    Terremoto a Pozzuoli, gli psicologi: “E’ una dura prova. Gente preoccupata, ma non c’è panico”

    Un forte boato, una scossa intensa, e la sensazione del suolo che si alza sotto i piedi. È così che Armando Cozzuto, presidente dell'Ordine degli Psicologi della Campania, descrive l'esperienza vissuta dai residenti dei Campi Flegrei durante gli ultimi eventi sismici. "Il terremoto è la metafora dell'instabilità", ha spiegato...

    CRONACA NAPOLI