Il tuo cane ha ingerito qualcosa di pericoloso? Ecco come aiutarlo

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ bene specificarlo, prima di “aiutare” il tuo cane seguendo consigli e guide utili , consulta sempre il veterinario, se possibile. Però è anche vero che spesso ci sono situazioni in cui non sempre è possibile ricorrere o chiamare tempestivamente il proprio veterinario , per questo motivo è utile conoscere come aiutare il tuo cane nelle situazioni d’emergenza.

Prima situazione abbastanza comune : il tuo cane ha ingerito qualcosa e deve vomitare . Molti utilizzano una manciata di sale per indurre il vomito al nostro povero Fido, i veterinari consigliano di ricorrere al perossido di idrogeno, in quanto ritenuto più sicuro. Questa sostanza (molto comune) provoca una forma di irritazione al tratto digestivo del cane e, in circa 15 minuti, dovrebbe espellere i fluidi. Segnaliamo di nuovo l’importanza di consultare se possibile il vostro veterinario di fiducia, in quanto può fornirvi preziose informazioni circa il dosaggio e l’applicazione della sostanza (normalmente, viene spruzzato trai i denti posteriori del cane oppure iniettato con una siringa). Se il cane non rimette entro 10 minuti, nonostante una seconda somministrazione, portalo immediatamente da un esperto.

Inoltre, è importante che tu pulisca subito i residui liquidi espulsi dal tuo cane, dato che quest’ultimo potrebbe addirittura esserne attratto. Bisogna prestare attenzione anche ad eventuali reazioni avverse al trattamento, come vomito eccessivo, diarrea, letargia o gonfiore. Normalmente, dopo questa procedura (indubbiamente violenta), il dottore potrebbe ritenere necessario seguire una cura a base di fermenti lattici, in grado di ristabilire la flora intestinale di Fido. Insomma se avete con voi un animale domestico indubbiamente il numero del veterinario va salvato tra i numeri preferiti del vostro telefono.

    Continua a leggere



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    LO STUDIO: cosa’è il bradisismo dei Campi Flegrei

    I Campi Flegrei non sono un singolo vulcano, ma un'area vulcanica attiva situata ad ovest di Napoli, che comprende i comuni di Bacoli, Monte di Procida, Pozzuoli, Quarto, Giugliano in Campania e parte della città di Napoli. La loro peculiarità risiede nella presenza di diversi centri vulcanici all'interno e in...

    Incendio a Caivano: avviato monitoraggio diossine, nessuna anomalia per gli altri inquinanti

    Caivano.Sono in corso accertamenti da parte dell'Arpa Campania per valutare gli effetti ambientali dell'incendio divampato ieri sera a Caivano. I tecnici dell'Arpac, in collaborazione con la Prefettura e il Comune, hanno effettuato un sopralluogo per identificare il materiale bruciato, che consisteva principalmente in carta, plastica, scarti di lavorazione di metalli...

    CRONACA NAPOLI