Il comune Pozzuoli affida al Parco Archeologico Campi Flegrei la chiesa di San Liborio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il comune di Pozzuoli ha affidato al Parco Archeologico dei Campi Flegrei la chiesa di San Liborio e i locali adiacenti, al rione Terra. Questo patto rappresenta il primo seme per creare una sala espositiva che sara’ utilizzata per mostre e attivita’ culturali. Si tratta infatti del primo polo espositivo per il Rione Terra, con l’obiettivo di valorizzare la rocca e “al tempo stesso consolidare le relazioni tra un luogo altamente simbolico e le sue comunita’ di riferimento”.

La delibera, approvata in giunta e proposta dal vicesindaco Filippo Monaco, e’ stata votata favorevolmente dall’intero consiglio comunale. Il polo espositivo accanto al percorso archeologico (che cela la citta’ del II secolo a.C.) e al museo diocesano offrira’ a chi visitera’ l’antica rocca un percorso culturale vario e sempre piu’ ricco.

“Per noi e’ un segnale chiaro su cio’ che vogliamo diventi la rocca antica”, ha dichiarato il sindaco Gigi Manzoni. “Oltre alle attivita’ ricettive va fatta crescere l’offerta culturale. E su questo punto, come pure abbiamo dimostrato in questi mesi, le nostre idee sono chiarissime”, ha aggiunto. Al Parco Archeologico sara’ dato il compito di provvedere a svolgere tutte le attivita’ amministrative ed assicurare gli adempimenti di legge per il Polo espositivo, garantendone cosi’ la fruibilita’ collettiva.

    “Aver cura della memoria storica della citta’, ma contemporaneamente aprirci a mostre d’arte (anche contemporanee) e’ il segnale evidente e chiaro che il Rione Terra vive. E crediamo fermamente che il patto tra enti sia fondamentale per rilanciare la nostra citta’, che puo’ far divenire il turismo culturale il vero motore economico”, ha concluso il vicesindaco e assessore al Turismo, Filippo Monaco.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE