Napoli, emessi 13 provvedimenti di divieto di accesso ai pubblici esercizi

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Questore di Napoli ha emesso 13 provvedimenti di Divieto di accesso ai pubblici esercizi o locali di pubblico trattenimento ex art. 13 bis del D.L. 14/2017, come modificato dal D.L. 130/2020.

Otto di questi, della durata di un anno, sono stati irrogati nei confronti di altrettante persone tra i 21 e i 25 anni che, lo scorso 4 settembre, all’esterno di un locale di via Francesco Sogliuzzo ad Ischia, si erano rese responsabili dei reati di percosse e lesioni personali aggravate dall’utilizzo di oggetti atti ad offendere nei confronti di un uomo.

Inoltre, due provvedimenti, della stessa durata, sono stati emessi nei confronti di un 20enne di Giugliano che, il 2 febbraio scorso, era stato denunciato per rissa aggravata e danneggiamento aggravato per aver preso parte ad una rissa presso un ristorante di discesa Coroglio e nei confronti di un 19enne napoletano che, il 18 marzo scorso, era stato arrestato per essersi reso responsabile di una rapina in un locale di via Scarfoglio.



    Ancora, altri 2 provvedimenti, della durata di due anni, sono stati adottati nei confronti di un 56enne napoletano che, lo scorso mese di ottobre, nei pressi di un esercizio commerciale di largo Baracche, era stato denunciato per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale aggravati dal metodo mafioso in quanto aveva minacciato personale della Polizia di Stato per costringerlo ad omettere la sua identificazione affermando, altresì, di essere vicino alla criminalità organizzata e di un 53enne napoletano che, lo scorso 2 marzo, era stato denunciato per furto aggravato in via Toledo.

    Infine, un provvedimento ex art. 13 del D.L. 14/2017, come modificato dal D.L. 130/2020, della durata di un anno, è stato emesso nei confronti di un 43enne napoletano che lo scorso 31 gennaio, in viale della Resistenza, era stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

    Tali provvedimenti, predisposti dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura, prevedono il divieto di accedere ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico trattenimento nelle strade in cui si sono svolti i fatti nonché di stazionare nelle loro immediate vicinanze.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Miglioramento dell’organizzazione dei taxi a Piazza Garibaldi a Napoli

    Riunione per ottimizzare il servizio taxi Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha guidato una riunione al Palazzo di Governo per discutere delle problematiche legate alla logistica dei taxi presso la stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi. Presenti l'assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli, rappresentanti...

    In ospedale 3 studenti e 2 insegnanti di Salerno in gita a Montecatini

    Tre studenti e due insegnanti, facenti parte di una comitiva in gita scolastica da Salerno e che alloggiavano in un albergo di Montecatini Terme (Pistoia), sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pescia (Pistoia), perché accusavano disturbi gastrointestinali a carattere acuto. E' quanto reso noto dall'Asl Toscana...

    Marcianise, incastrato in rulli bobina: muore operaio

    Tragedia sul lavoro nel Casertano. Non ce l'ha fatta l'operaio di 53 anni che ha perso la vita in un'azienda nella zona industriale di Marcianise. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, lo scorso 11 aprile la vittima, di Casoria (Napoli), stava effettuando lavori di manutenzione su una ribobbinatrice...

    Napoli, evaso dal carcere di Nisida: 19enne preso ai Quartieri Spagnoli

    Durante un'operazione della Polizia di Stato, un giovane di 19 anni è stato arrestato per evasione. Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato il giovane mentre tentava di fuggire su uno scooter. Dopo un breve inseguimento, è stato catturato e si è scoperto che era evaso il 3 aprile scorso...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE