Chef napoletano chiede aiuto: ‘Ristorante vuoto perché sono gay’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Mariano Scognamiglio, lo chef (ex attore di Un Posto al Sole): “Il mio ristorante rischia la chiusura: nessuno viene perché sono gay”.

PUBBLICITA

Scognamiglio ha partecipato a Quattro Ristoranti, il noto programma Sky con Alessandro Borghese e da allora la sua vita è cambiata. Ora è stata lanciata una raccolta fondi su gofundme per aiutarlo.

Ecco il testo:

Ciao,
ho pensato e ripensato mille volte se e cosa scrivere, sinceramente faccio molta, molta fatica a chiedere aiuto.
Vengo da una generazione che era abituata a fare da sola, a non chiedere, a vergognarsi e diventare rossi se si chiede aiuto, ma la disperazione ti fa sopportare e superare tutto questo e forse anche l’età che avanza e la salute che ti lascia giorno dopo giorno, ti fa pensare che non hai tempo.. non hai più tempo.

Il tempo è tiranno e devi fare qualcosa oltre quello che stai già facendo, mettere nell’armadio l’orgoglio e pensare che chiedere aiuto non è umiliante ma è credere ancora nell’umanità, credere ancora nella solidarietà e pensare che il mio problema potrebbe essere tranquillamente quello di un altro ed un altro ancora perfino il tuo che stai leggendo ora.

Gli ultimi venti anni li ho trascorsi (dopo aver lasciato una carriera in ascesa e remunerativa alle spalle) accudendo insieme al mio compagno di vita, gli anziani prima una mamma con l’Alzheimer, poi un papà cieco ed infine una mamma (la mia) ammalata, fino allo loro scomparsa.

Per poter gestire il tempo abbiamo avviato una attività in proprio che ci ha consentito di poterli accudire gestendo il lavoro.
Abbiamo aperto un ristorante, e nel 2019 abbiamo partecipato ad una trasmissione televisiva che ci ha donato visibilità ma è anche stata la nostra condanna.

Nella cittadina in cui viviamo non è stato apprezzato il fatto che siamo una coppia di due uomini che condividono la vita e che ora tutta L’Italia ne è a conoscenza.

Per giunta ci si è messa anche la pandemia di covid-19 che per due anni ci ha visti chiusi senza nessun guadagno e senza alcun aiuto dalle istituzioni italiane.

Dalle foto potete vedere voi stessi che cosa pensano di noi e che cosa abbiamo subito…. Che cosa persone che potrebbero essere vostri figli, fratelli…familiari, sono stati costretti a subire per essere semplicemente se stessi.

Questo ha provocato la rovina di tutto quello che avevamo costruito con tanti sacrifici, ed ora rischiamo anche di perdere il tetto sotto il quale viviamo…. Senza lavoro e senza casa!

Ora dopo aver accudito i nostri anziani… combattuto per i diritti di tutti non nascondendoci, dopo tanti e tanti sacrifici…. Richiamo anche di andare sotto i ponti… alla nostra età e con gli acciacchi della vita.

Ora ti starai chiedendo … e questo che vuole?… Aiuto … solo una parola …Aiuto!
Aiutaci a rimetterci in piedi e non chiudere una attività lavorativa di ben 14 anni. Aiutaci a metterci in pari e dimenticare per sempre questa brutta parentesi di vita.

Sii presente nella nostra vita, è importante. La tua donazione è importante perché non abbiamo più nulla ed ora rischiamo che lo stato o la banca ci prenda tutto e saremo costretti a vivere per strada Il tuo sostegno è di vitale importanza.

Hai il potere di cambiare le cose ed è un potere immenso
Ecco come puoi aiutarci, cosa puoi fare: partecipa alla raccolta fondi per aiutarci a non soccombere ..e condividi il più possibile sui social la mia richiesta di aiuto… ti prego aiutami a credere ancora che l’umanità esiste e che siamo migliori di come si legge nei notiziari.

Fai la tua donazione piccola o grande che sia Il tuo contributo conta molto per me, indipendentemente dall’importo che riuscirai a donare: anche la più piccola donazione può fare la differenza
Ho bisogno del tuo aiuto ora! Non aspettare, dona ora. Non smetterò mai di ringraziarti.
Con Affetto, Mariano.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE