Spalletti: “Anno irripetibile? No, non possiamo fermarci qui. Scontri tra tifosi? Viene voglia di lasciare”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di campionato che vedrà gli azzurri impegnati sul campo del Torino, domani alle ore 15.

PUBBLICITA

Spalletti: “Per il Napoli disposto a tutto. Non dobbiamo fermarci”

Il tecnico si guarda indietro dopo una stagione memorabile: “Il tempo che passa mi crea sempre lo stesso problema, fare qualcosa che mi dia soddisfazione. Non ho molto tempo e so che devo dare valore a tutte le cose che mi passano davanti, soprattutto ora. E per il Napoli ora sono disposto a tutto”.

“Anno irripetibile? Per me sarà quello dopo questo, qualsiasi cosa succede e poi quello dopo – aggiunge -. Sarà sempre così, il meglio è sempre quello che vuoi andare a prendere e scoprire. Perché non ci si deve mai fermare, ma si deve andare a scavare in profondità per avere queste soddisfazioni”.

Spalletti: “Toro avversario complicato, grande stima per Juric”

Focus sull’avversario: “Il Torino merita rispetto, sarà una partita molto difficile – dice Spalletti -. Loro non cambieranno atteggiamento come l’Eintracht che lo ha fatto visto il risultato dell’andata”.

“E’ un avversario molto complicato perché è asfissiante in tutto quello che fa – aggiunge -. Anche in fase di possesso vogliono tenere un livello di fatica altissimo, sono allenati per questo. Stanno facendo un grande campionato e per Juric c’è sempre grande stima anche se qualche volta ci ho discusso”.

    Spalletti: “Raspadori non recupera. Ndombele? Giocatore forte”

    “Ogni momento può essere diverso ed è meglio non fare calcoli. Ci si prepara una partita alla volta, poi i conti li faremo in fondo”, ha detto ancora Spalletti che sulla formazione non si sbilancia. “Non ho timore di sbagliare, chiunque scelgo scelgo bene. Sono tutti disponibili dal punto di vista fisico e mentale”.

    “Tutti parlano di risultato facile, di aver già vinto, ma così ti trovi a giocare in condizioni mentali di svantaggi totale”. Per quanto riguarda i singoli, Spalletti ha confermato che Raspadori non recupera, infatti non va neanche in nazionale”.

    Mentre su Ndombele ha detto: “Non lo conoscevo all’inizio, ma per quello che ho visto io è un giocatore forte. Ha forza fisica, motore, tecnica, è un ragazzo molto dolce e lo alleno volentieri”.

    Spalletti: “Scontri tra tifosi? Viene meno voglia di allenare”

    Spalletti è tornato anche sul caso degli scontri tra tifosi del Napoli e dell’Eintracht nelle ore che hanno preceduto l’ultima partita di Champions League degli azzurri: “Se penso a quello che è successo l’altra sera e ogni tanto, vorrei non partecipare. Lavorarci dentro mi disturba e non vorrei farne parte, mentre di rimbalzo ne fai parte inevitabilmente”.

     



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Fiorentina e Napoli si dividono la posta in palio al Franchi e allontanano sempre di più gli azzurri da un posto in Europa la prossima stagione. I viola, guidati dal capitano Biraghi, mantengono infatti l'ottavo posto in classifica e per assicurarsi un posto nelle prossime...

    Prossima Partita

    Classifica

    IN PRIMO PIANO

    Ultime Notizie

    Il consigliere Simeone: “De Laurentiis parla troppo. Presenti progetto per il Maradona e non perda altro tempo”

    Durante la trasmissione “Si Gonfia la Rete” condotta da Raffaele Auriemma su Radio Crc, è intervenuto Nino Simeone, consigliere del comune di Napoli e presidente della commissione infrastrutture, per discutere della situazione dello stadio Maradona e dei progetti di riqualificazione. Simeone ha criticato il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, per le sue dichiarazioni vaghe e ha espresso la volontà...