Jankto: “Ci sono tanti calciatori gay, spero mio esempio li aiuti”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Jakub Jankto, calciatore dello Sparta Praga con un passato tra Udinese e Sampdoria in Serie A, è tornato a parlare del suo coming out al Live In Napoli di Sky TG24.

Jankto: “Coming out per me stesso e per aiutare gli altri”

“Ho fatto coming out prima per me stesso e poi per aiutare gli altri – le sue parole -. Quanto ci ho pensato prima di farlo? Lo sapevo sin da piccolo, però tendi a dire ‘posso continuare in qualche maniera’”.

“Diciamo che il mondo calcistico è un po’ omofobo, l’ho detto tante volte e lo sappiamo tutti, però mi è venuto improvvisamente, non era qualcosa di programmato – ha aggiunto -. Mi è venuto così e non mi dispiace di averlo fatto. Finalmente posso fare quello che voglio e sono felicissimo”.

    Jankto: “Mi ha aiutato essere a casa, ho ricevuto tanto supporto”

    “Mi ha aiutato molto essere a casa – prosegue -. Se fossi stato in Spagna o in Italia non lo avrei mai detto. Quando sei a casa è diverso: in Italia si dice ‘casa dolce casa’ ed è così, è la verità”.

    “Le persone qui a Praga mi hanno aiutato molto, Tomas Rosicky, Frantisek Cupr, l’allenatore Brian Priske, un grandissimo chapeau davanti a loro. Sono stati straordinari – spiega Jankto -. Io sicuramente non farò i nomi, però ci sono altri calciatori gay. C’erano, ci sono e ci saranno”.

    Jankto: “Altri calciatori gay? Ci sono, spero mio esempio li aiuti”

    “Mi sono arrivati messaggi. Io non pretendo che adesso facciano coming out anche loro, però forse il mio esempio li può aiutare, magari nel futuro penseranno ‘lo posso fare anch’io'”, ha concluso l’ex Udinese e Sampdoria dal palco di Napoli.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Aggredito in strada a Scampia perchè gay

    Ancora una volta, la violenza omofoba va in scena per le strade di Napoli e precisamente sul corso principale di Scampia, intorno alle 19 di due giorni fa. Simone, un giovane di 23 anni, ha denunciato l'aggressione a Radio Pride. "Ero appena uscito dal Conad per comprare un uovo di...

    Tredicenne suicida: bullizzato a scuola perché gay si indaga per istigazione al suicidio

    Due fascicoli sono stati aperti dalla procura per i minorenni e dalla procura ordinaria di PALERMO per istigazione al suicidio dopo che un tredicenne, allievo della scuola media 'Vittorio Emanuele Orlando', si è tolto la vita sabato sera. Sono stati sequestrati il cellulare e il computer della vittima per...

    CRONACA NAPOLI