Al Teatro Nuovo ‘Ferzaneide – Sono ia!’ di e con Ferzan Ozpetek

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ una carrellata nel suo mondo, con le sue storie, le bizzarrie, le caricature, le follie, i personaggi che si affollano e tutte le stravaganze entrate, poi, nelle sue pellicole, che Ferzan Ozpetek porta sul palcoscenico nel suo viaggio teatrale ‘Ferzaneide – Sono ia!’, in scena, da giovedì 23 marzo, alle ore 21 (in replica fino a domenica 26), nel Teatro Nuovo di Napoli.

Presentato da Nuovo Teatro diretto da Marco Balsamo e Faros Film, ‘Ferzaneide – Sono ia!’ è un monologo a ruota libera, sottolineano i promotori dello spettacolo, “che evoca una delle forze più intense del teatro: la condivisione, l’empatia con il pubblico, quel ritrovarsi insieme in uno stesso spazio non filtrato da uno schermo, a condividere le emozioni di un viaggio”.

“Sul palco – dice il regista – ci sono io, io solo, ad incontrare il pubblico con il racconto della mia carriera artistica e del mio sentimento per la vita, la mia e quella degli altri, nell’amore, nell’amicizia, nello stupore, in tutti quei gesti e luoghi illuminati dalla passione. Negli anni ho sposato molte cause all’insegna del coraggio. Coraggio. Forse in questa parola è racchiuso il senso di quello che provo a dire sera dopo sera. Il coraggio di inseguire i propri sogni”.

    Ozpetek racconta la sua carriera, ma anche i sentimenti più importanti della sua vita: l’amore, l’amicizia, lo stupore davanti al bello, la voglia di essere felice. Sincero, scherzoso, pronto a spaziare con la mente, il regista si mette in gioco fino in fondo tra pubblico e privato, in un’epopea sentimentale, buffa, intima, irriverente che abbraccia la sua vita e i suoi film, dall’infanzia al rapporto con i genitori, alle esperienze e ai ricordi, spesso confluiti nei suoi film.

    ‘Ferzaneide – Sono ia!’ è un ‘incontro’ tra i pensieri più intimi di Ferzan e il suo pubblico, e, a seguire questi pensieri apparentemente sconnessi ma in realtà intrecciati dal misterioso gioco del destino, ci si ritrova catapultati nella Roma di un tempo o nell’esotismo di una Istanbul, dove si cela uno di quegli amori impossibili che lasciano un segno indelebile nel cuore.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    telegram

    Bradisismo Campi Flegrei: falsi tecnici in giro per sopralluoghi. Allarme della Protezione civile

    Nella situazione di paura tra gli abitanti dei comuni e dei quartieri di Napoli che rientrano nella fascia a rischio dei Campi Flegrei si stanno cercando di inserire sciacalli e truffatori. Non a caso dopo l'arrivo di tante segnalazioni da parte dei cittadini oggi Protezione civile della Campania mette in...

    La mamma di Asia: “Grazie Mattarella per la sua umanità”

    "Ringrazio il presidente Mattarella per la sua sensibilità e umanità. Asia spera di incontrarlo un giorno," ha dichiarato la mamma di Asia, la ragazza di 14 anni vittima di bullismo sui social dopo aver condiviso la sua lotta contro il cancro su Facebook. Il presidente Mattarella ha lodato Asia per...

    CRONACA NAPOLI