Napoli, Telefono Amico: nel 2022 oltre 2.000 richieste d’aiuto, servono volontari

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, Telefono Amico: nel 2022 oltre 2.000 richieste d’aiuto, servono volontari

Al via il corso di formazione per nuovi volontari del centro di Napoli di Telefono Amico Italia: aperte le iscrizioni.Nel 2022 gestite oltre 2.000 chiamate, +60% dal 2021.

Sono state oltre 2.000 le richieste d’aiuto ricevute nel 2022 dal centro di ascolto di Napoli di Telefono Amico Italia, aumentate dell’60% rispetto allo scorso anno, il 2021. A renderlo noto, sottolineando l’urgente necessità di nuovi volontari, è la presidente di Telefono Amico Napoli Luciana Cappabianca.



    “Le richieste d’aiuto che ci arrivano continuano ad aumentare – spiega Cappabianca – anche adesso che l’emergenza sanitaria è superata e stiano tornando alla normalità, le persone che si rivolgono a noi in cerca di ascolto e sostegno sono sempre di più. Inizia ad essere difficile riuscire a rispondere a tutti, per questo abbiamo bisogno di nuovi volontari”.

    I DATI

    I volontari di Telefono Amico Napoli, nel 2022, hanno risposto a oltre 2.000 chiamate, arrivate al numero unico nazionale (02 23272327). Le telefonate sono arrivate in maggioranza da uomini, il 57%. Per quanto riguarda l’età, hanno chiamato in prevalenza persone tra i 46 e 55 anni (27%), seguite dalla fascia d’età compresa tra i 36 e i 45 anni (24%), da quella tra i 56 e i 65 (17%) e tra i 26 e 35 (14%).

    DIVENTARE VOLONTARI A NAPOLI

    I volontari di Telefono Amico rispondono a coloro che hanno bisogno di aiuto offrendo supporto attraverso l’ascolto empatico, il dialogo e la valorizzazione delle risorse interiori. L’obiettivo è restituire benessere emozionale alle persone in difficoltà, senza mai esprimere giudizi e garantendo il totale anonimato.

    L’attività dei volontari è molto delicata e per questo è previsto un corso teorico-pratico obbligatorio di circa 6 mesi, al quale si viene ammessi dopo un colloquio di selezione e valutazione. La scorsa edizione del corso di formazione ha portato 10 nuovi volontari ad aggiungersi alla squadra di Napoli. L’edizione 2023 del corso di formazione del centro di Napoli partirà mercoledì 1° marzo, i colloqui per accedere al corso si svolgeranno invece tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio. Per iscriversi o richiedere informazioni è possibile scrivere all’indirizzo gruppoformazionenapoli@telefonoamico.it. Il corso è finalizzato a fornire a coloro che vogliono diventare volontari gli strumenti principali per instaurare e gestire una relazione di aiuto, sia nella dimensione dell’emergenza che in quella dell’abitualità.

    “Speriamo si iscrivano in tanti – conclude Luciana Cappabianca – Essere volontari di Telefono Amico Italia è un’esperienza impegnativa, ma arricchisce davvero la propria vita”.

    Attivo dal 1965, Telefono Amico Napoli , insieme agli altri 19 centri territoriali di Telefono Amico Italia, mette a disposizione di tutti coloro che hanno bisogno di sostegno un numero unico nazionale, lo 02 2327 2327, attivo 365 giorni all’anno dalle 10 alle 24; il servizio di ascolto WhatsApp Amico, raggiungibile via chat al 324 011 72 52; il servizio Mail@mica, al quale è possibile accedere attraverso la compilazione di un form anonimo sul sito http://www.telefonoamico.it.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Violenta rissa in un albergo di Casapulla: i carabinieri usano spray al peperoncino

    Nella notte scorsa, i Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere sono intervenuti in un albergo di Casapulla per una violenta lite tra un 34enne lituano e un 25enne moldavo. La lite, scaturita per futili motivi, ha causato gravi danni agli arredi e suppellettili della hall. I due uomini, entrambi feriti, non si placavano neanche di fronte ai Carabinieri. L'aggressore, in stato di alterazione psicofisica da alcol, è stato fermato con lo spray al peperoncino. Sul posto...

    Mostra “Visioni” alla Reggia di Caserta: un’interpretazione artistica della genialità di Luigi Vanvit...

    La mostra "Visioni" alla Reggia di Caserta offre uno sguardo unico sull'ingegno di Luigi Vanvitelli attraverso le opere di Luciano D'Inverno e Luciano Romano. Questa esposizione fa parte delle celebrazioni per il 250° anniversario della morte di Vanvitelli e si inserisce nel programma vincitore del bando Strategia Fotografia del Ministero della Cultura. Curata da Gabriella Ibello, la selezione dei circa 130 scatti esposti trasforma lo spazio museale in un vero e proprio ipertesto,...

    Valorizzazione dei luoghi di culto e didattica attraverso l’arte a Napoli

    La Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia (Safat) della Pontificia Facoltà Teologia dell'Italia Meridionale (Pftim) presenterà due importanti eventi presso l'Aula Magna della Pftim - Sezione San Luigi a Napoli. Convegno su "Oasi nelle città, recupero e valorizzazione dei luoghi di culto" L'8 marzo si terrà il convegno che tratterà del recupero e della valorizzazione dei luoghi di culto. L'evento sarà un'occasione per approfondire metodi innovativi per la didattica dell'arte e per discutere su...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE