Whirlpool, gli operai si autotassano e donano assegno al Pascale di Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gli ex operai della Whirlpool di Napoli si sono autotassati e stamattina hanno consegnato nelle mani del direttore generale dell’istituto tumori Pascale, Attilio Bianchi, un assegno con una somma da destinare alla ricerca oncologica.

“Diamoci una mano” è lo slogan scelto dal Cral dei lavoratori che affrontano per il terzo anno consecutivo il Natale all’insegna della lotta per il diritto del lavoro perduto. “È un piccolo gesto – spiega Massimiliano Quintavalle, ex tuta blu Whirlpool -, un piccolo dono.

Facciamo questa donazione al Pascale sperando che possa contribuire a sostenere il lavoro dei ricercatori impegnati nel gravoso compito di salvare la vita a tutti noi. Da tre anni noi lavoratori della Whirlpool stiamo lottando per il diritto al lavoro che ci è stato tolto, ma non dimentichiamo chi per un motivo o per un altro si trova in condizioni decisamente peggiori delle nostre e il primo pensiero va ovviamente a chi sta lottando per la vita”.

    Durante l’incontro, a cui hanno partecipato anche il direttore sanitario, Maurizio di Mauro, e una rappresentanza dei medici del Pascale, è stato siglato anche un accordo tra l’Irccs e l’azienda per avviare in primavera uno screening di prevenzione oncologica.

    “Un’emozione grande – commenta Bianchi -. L’emozione è proprio ricevere, da persone in difficoltà, un aiuto per persone sofferenti come i nostri pazienti. Dai lavoratori della Whirlpool oggi è arrivato un insegnamento per tutti noi”.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Violenta lite in strada a Carinaro per una precedenza non data: il video virale sul web

    A Carinaro si è verificata una violenta lite tra due automobilisti a causa di una precedenza non data. La situazione è degenerata in una...

    Camorra, il boss pentito Pasquale Cristiano: “Ci fu un summit di 30 persone per decidere di eliminarci”

    La faida di camorra che nei mesi scorsi ha insanguinato le strade di Arzano e dei comuni vicini aveva trovato il suo apice nel...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE