🔴 ULTIME NOTIZIE :

Manca la corrente alla linea elettrica, stop a tratta della Circumflegrea

Manca la corrente alla linea elettrica: questo il motivo per il quale è stata interrotta la tratta delle linee flegree, in mattinata. Interrotta la tratta delle linee flegree, la nota È quanto comunica l'Ente Autonomo Volturno. La società di trasporto ha infatti reso noto del guasto attraverso i propri canali ufficiali. EAV:...

Napoli, stesa contro un bar al Ponte della Maddalena

Colpi di arma da fuoco hanno danneggiato la serranda e i vetri interni del bar Margotti

stesa contro bar ponte della maddalena

    Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi durante la notte contro la saracinesca di un bar in via Ponte della Maddalena, a Napoli.

    Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli e i militari della compagnia Poggioreale, allertati dal 112. I colpi di arma da fuoco hanno danneggiato la serranda e i vetri interni del bar Margotti. Sono in corso indagini dei Carabinieri.

    I militari hanno sentito a sommarie informazioni il titolare del bar che ha riferito di non aver mai ricevuto minacce ne richieste estorsive e tantomeno ha saputo spiegarsi i motivi dell’attentato.

    I carabinieri stanno cercando anche immagini da telecamere pubbliche e private presenti in zona per dare un volto e un nome agli attentatori.

    Iscriviti alla Newsletter

    Ogni mattina le ultime notizie nella tua posta elettronica

    Notte di paura e di terremoto a Siena, dopo che una scossa di 3.5 ha fatto tremare tutta la provincia alle 9.51 di ieri sera. Secondo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l'epicentro è stato registrato a una profondità di 8 chilometri. Sono seguite alle scosse: una alle 22.08 di magnitudo 2.7, un'altra alle 22.36 di magnitudo 2.6 e una alle 22.54 di magnitudo 2.7. Ma dopo la prima forte scossa ne sono seguite oltre 30 con magnitudo fino a 2.7. Come riferisce il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, i vigili del fuoco i tecnici hanno verificato una ventina di...
    La gestione e valorizzazione del Complesso e del Parco del Real Polverificio Borbonico di Scafati sono tra gli interventi che il Parco archeologico di Pompei che ha competenza sull’area, sta mettendo in campo già dal 2019, e che sono stati oggetto anche dell’incontro di questa mattina tra il Prefetto Antonio D’Acunto, Commissario prefettizio del Comune di Scafati e il Direttore Gabriel Zuchtriegel. Un incontro utile per esaminare le azioni già intraprese e in fase di avvio come la riqualificazione dell’Ex essiccatoio iniziato in questi giorni e il progetto di agricoltura sociale, al fine di valorizzare congiuntamente uno tra i più...

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche