Si è pentito il supernacos Raffaele Imperiale

SULLO STESSO ARGOMENTO

La dura vita del carcere rispetto alla latitanza dorata da milioni di dollari al mese lo hanno provato duramente e allora dopo soli 4 mesi di carcere ha deciso di collaborare con lo stato il super narcos Raffaele Imperiale.

Questa mattina al Riesame di Napoli sono stati depositati alcuni verbali dell’ex narcotrafficante che ha vissuto per anni a Dubai. La notizia è stata anticipata dal collega Leandro Del Gaudio sul quotidiano Il Mattino.

Secondo il quale è stata data ampia disponibilità a riferire fatti di rilevanza investigativa anche da parte di Bruno Carbone, che era stato consegnato venti giorni fa alle autorità italiane, dopo un lungo sequestro tra la Siria e la Turchia.

    Ha ammesso alcune accuse di omicidio un altro reduce da Dubai, parliamo di Raffaele Mauriello, ex killer degli Amato Pagano.

    Il pentimento di Imperiale e la collaborazione di Bruno Carbone apre scenari nuovi e importanti dal punti di vista investigativo per la storia della camorra degli ultimi 20 anni.

    Una vero e proprio terremoto che potrebbe dare la spallata definitiva a numerosi clan di camorra di napoli e provincia


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

    Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

    Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

    Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

    Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

    “Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

    Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

    Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE