Napoli, ruba un cellulare e una carta prepagata in piazza Garibaldi

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza Garibaldi sono stati avvicinati da alcuni passanti i quali hanno indicato due uomini in lite.

I poliziotti li hanno raggiunti e uno di essi ha raccontato di aver riconosciuto l’altro come colui che, domenica scorsa, gli aveva rubato il cellulare e una postepay.

Gli operatori hanno controllato l’uomo trovandolo in possesso del telefono e della carta e hanno, altresì, accertato che lo stesso aveva utilizzato indebitamente la prepagata per effettuare un acquisto del valore di 1408 euro presso un negozio di piazza Garibaldi e che erano stati effettuati dei prelievi fraudolenti per un totale di 200 euro.

    Un 24enne nigeriano, con precedenti di polizia, è stato denunciato per furto aggravato e indebito utilizzo di strumenti di pagamento diversi dai contanti.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Afragola, inchiesta sulla morte dell’operaio Pasquale Psipico

    Sarà l'inchiesta della magistratura a stabilire le cause esatte della morte dell'operaio di 35 anni Pasquale Pispico caduto ieri mattina da una impalcatura di...

    Forio, arrestato pusher 31enne

    Nel corso dei controlli pomeridiani a Forio, sull'Isola d'Ischia, la Polizia di Stato ha arrestato un 31enne in possesso di droga. Durante un'ispezione presso l'abitazione...

    Camaldoli, ruba grate in ferro da una proprietà del Comune: arrestato

    Arrestato un uomo nella zona dei Camaldoli per furto di grate in ferro di proprietà del Comune di Napoli. Gli agenti del Commissariato Arenella hanno...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE