Calderoli: “Se campani avranno di più è merito di De Luca”

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Se un cittadino campano riceverà di più in termini di sanità regionale credo si debba al governatore De Luca e a chi lo ha affiancato in questa lotta”.

Pubblici complimenti da parte del Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomia, Roberto Calderoli che dopo l’incontro sull’autonomia differenziata tenuto a Napoli con il Presidente della Campania Vincenzo De Luca, si congratula con lui in conferenza stampa per i risultati ottenuti dal governatore nella sua battaglia per ridefinire i criteri di riparto del Fondo Sanitario Nazionale.

“Se son venuto qui è per il carattere che devo riconoscere al governatore, per il fatto che i conti li ha messi a posto e sta pagando per i debiti pregressi – dice Calderoli -. Ho visto un’inversione dei ruoli rispetto alla trattativa sul riparto del Fondo Sanitario Nazionale su cui devo dire touché, è stata fatta una perequazione vera e non solo di facciata”.



    “Ringrazio il ministro Calderoli per essere qui ma ancora di più perché nel merito ha assunto decisioni di grandissimo rilievo. La Campania è impegnata da anni in una battaglia per collocare il tema dell’autonomia su un piano rispettoso dell’unita nazionale, è merito nostro aver fatto con rigore quella battaglia, ma è merito del ministro aver assunto una decisione di grandissimo rilievo, con coraggio politico e onesta intellettuale, nel momento in cui ha deciso di lavorare sulla definizione dei Livelli essenziali di prestazione fissando una data precisa”.

    Ha detto invece il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in seguito all’incontro che il governatore ha avuto nel primo pomeriggio con il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli.

    “Entro sei mesi saranno definiti i Lep, non posso non riconoscere che questo atto del ministro è un atto di coraggio che ci consente di ragionare in un clima di serenità, serietà e ragionevolezza rispetto ai temi dell’autonomia”. “Ora – prosegue De Luca – dobbiamo sempre attendere la fine di questo lavoro, ma c’è stata una svolta radicale, nel senso che anche il ministro ha accettato l’impostazione di fondo della Campania e cioè che prima di parlare di autonomia dobbiamo definire i Lep per tutti i cittadini italiani. Definiti questi possiamo definire tutto il resto, questa è una acquisizione di grande rilievo”.

     Foto servizio di Alessandro Memoli




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Camorra, il clan D’Alessandro pagava 5 euro al giorno ai prestanome per intestarsi le agenzie di scommesse

    Il potente clan D'Alessandro di Castellammare utilizzava agenzie di scommesse intestate a prestanome, tossicodipendenti e disoccupati a cui venivano dati 5 euro al giorno, per riciclare i proventi illeciti di estorsioni e scommesse clandestine. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza di Castellammare di Stabia e Torre Annunziata, coordinata dalla DDA di Napoli che stamane ha stretto le manette ai polsi di 7 affiliati mentre altri dieci sono indagati a piede libero. Le attività commerciali del...

    Riqualificazione della Galleria Ottocentesca sotto l’Acropoli di Velia

    Una galleria ferroviaria ottocentesca, situata a sessanta metri sotto l'acropoli di Velia, presto diventerà un deposito accessibile ai visitatori grazie a un progetto di riqualificazione. Il direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia, Tiziana D'Angelo, ha spiegato che la galleria, un tempo in uso per collegare Battipaglia a Reggio, è stata trasformata in deposito per reperti archeologici rinvenuti nella zona. Tuttavia, a causa di problemi di accessibilità e conservazione del patrimonio, era necessario intervenire. Con...

    ‘Greta la matta’, uno spettacolo per tutta la famiglia, in scena al Nest

    Tratto da “Greta la Matta” di Carll Cneut e Geert De Kockere, in scena sabato 2 marzo (ore 21) e domenica 3 marzo (ore 18). I bambini potranno assistere allo spettacolo gratuitamente. Una creazione collettiva di Massimiliano Burini, Matteo Svolacchia e Giulia Zeetti. In scena Chiara Mancini, Debora Renzi e Andrea Volpi. Questa è la storia della piccola Greta, che viene chiamata Greta la dolce, la carina, la particolare, la strana, la diversa... la matta. La...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE