Ennesimo paletto del ministro Valditara: “Via i cellulari dalle classi durante lezioni”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ormai il ministro dell’istruzione Giuseppe Valditara sembra aver trovato il modo per far parlare di se ogni giorno. Visto che appunto ogni giorno tira fuori dal suo pensiero proposte molto coercitive nei confronti di scuola e studenti.

Oggi è la volta di  “Via i cellulari dalle classi nelle ore di lezione”. Lo ha detto il ministro  intervistato da Monica Setta nel programma il Confronto in onda su Rai Italia nel mondo e su Rai Due il sabato alle 6.30.

La proposta, ha spiegato il ministro, va nella direzione di garantire a studenti e un docenti un tempo di studio in classe senza distrazioni. Valditara ha ribadito nel programma la sua ipotesi di togliere il reddito di cittadinanza ai giovani percettori che non hanno nemmeno l’obbligo scolastico. “O colmano il gap” ha detto il ministro “o perdono il reddito”.



    – Valditara è tornato anche sulla sua proposta di prevedere lavori socialmente utili per quegli studenti che si rendono protagonisti di gravi casi di bullismo o violenza. “Bisogna tornare al merito ed in questa chiave la Grande alleanza che propongo anche ad imprese e sindacati sarà un metodo essenziale per superare pure il gap competitivo di cui soffre l’istruzione tecnico professionale italiana rispetto ad altri paesi internazionali”.

    D’accordo con il ministro si è detto Giovanni Brugnoli, vicepresidente di Confindustria con la delega al capitale umano, altro ospite della trasmissione. Tra i prossimi terreni di impegno di Valditara la semplificazione e l’edilizia scolastica.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Qualiano, arrestato pedofilo di 62 anni: deve scontare 6 anni di carcere

    Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato ha individuato e arrestato un uomo di 62 anni a Qualiano, su ordine della Procura della Repubblica di Napoli. L'uomo dovrà scontare una pena di 6 anni di reclusione per crimini sessuali commessi nel 2020 ai danni di una persona minore. La sua cattura è avvenuta presso la sua abitazione a Giugliano, grazie all'intervento degli agenti del Commissariato di Giugliano-Villaricca. Il provvedimento di esecuzione per la carcerazione è stato...

    Lo Stato si riappropria degli spazi pubblici occupati abusivamente ai quartieri Spagnoli.

    Gli agenti del Commissariato Montecalvario, insieme alla Polizia Locale e al personale della Napoli Servizi, hanno infatti, effettuato controlli e operazioni di rimozione di ostacoli nella zona dei Quartieri Spagnoli di Napoli. Durante l'intervento, che mirava a garantire la libera circolazione nelle aree pubbliche, sono stati rimossi diversi elementi tra cui paletti, barriere, fioriere, sedie, una pedana in legno, dissuasori, un mobile e un boiler. In particolare, sono stati tolti 104 paletti, 3 barriere new jersey,...

    ‘Settantuno’ al Teatro Tram con Nello Provenzano per la regia di Riccardo Pisani

    **"Settantuno" al Teatro Tram con Nello Provenzano diretto da Riccardo Pisani** Al Teatro Tram, dal 1 al 3 marzo 2024, andrà in scena lo spettacolo teatrale "Settantuno", interpretato da Nello Provenzano e diretto da Riccardo Pisani. Questa rappresentazione provocatoria e grottesca affronta il tema dei fascismi online, immergendo il pubblico in un mondo brutale e reale. La storia segue Flaviano, un uomo di quarant'anni intriso di odio e violenza, il quale promuove ideali distorti...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE