Emanuele Filiberto annuncia: “Sarò presidente del Savoia Calcio”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Emanuele Filiberto sarà presidente del Savoia Calcio nel progetto di Casa Reale Holding SpA del quale è protagonista a Torre Annunziata. Ad annunciarlo è il principe stesso in una nota a poche ore dal perfezionamento dell’accordo.

Emanuele Filiberto: “Sarò presidente del Savoia Calcio”

“Volevo annunciare alla città e ai tifosi che ho deciso di assumere direttamente la Presidenza del Savoia Calcio con un gesto che è di responsabilità, di impegno, ma anche un moto del cuore – scrive Filiberto in una nota -. La città di Torre Annunziata mi ha contagiato, mi hanno contagiato i suoi calorosi cittadini, gli appassionati tifosi e gli sguardi di quei tanti giovani in cui ho letto il desiderio di un riscatto“.

“Il Savoia merita di tornare ai suoi fasti nel rispetto di una grande tradizione, e intorno alla squadra una intera città deve stringersi in un sussulto di orgoglio e di senso di appartenenza, perché non possiamo dimenticare che Torre Annunziata ha dato i natali a tante personalità illustri nel mondo dell’arte, dello spettacolo, della cultura e dello sport – prosegue il principe -. Oggi è venuto il momento di scuotere sentimenti sopiti e di gridare insieme “forza Savoia” in un grido di speranza e nella consapevolezza di una possibile svolta. Da oggi io mi sento anche cittadino di Torre Annunziata!”.

    Emanuele Filiberto: “Cammino in salita, da subito al lavoro”

    “So bene che il cammino è in salita, so bene che ereditiamo una situazione disastrosa e che dovremo iniziare dalle cose basilari, elaborare un assetto organizzativo credibile, riorganizzare tutto l’apparato strutturale a partire dalle cose più elementari – ha aggiunto -. Ci metteremo subito a lavoro, e come primo gesto, non solo simbolico, mi impegno a farmi promotore presso gli organi preposti della Prefettura di una vibrante protesta per una ingiusta, inspiegabile e irragionevole esclusione della nostra tifoseria da alcune trasferte“.

    “Dovremo, inoltre, provvedere al più presto ad un rafforzamento della squadra e a quant’altro servirà per rilanciare un progetto che deve diventare vincente. Se avremo pazienza e ci abbracceremo tutti avvolti dallo stesso entusiasmo, sono sicuro ce la faremo, a dispetto dei soliti provocatori di mestiere che ci stanno avversando o perché ingrigiti nello spirito o semplicemente per un’abitudine triste ad andare sempre contro. Chi vive nell’ombra non ama la luce!”, insiste Filiberto.

    “Desidero ringraziare il Dr. Nazario Matachione, la cui esperienza si sta rivelando determinante per la realizzazione di questo ambizioso progetto, e che non a caso sarà presidente onorario del Savoia Calcio. Lui e tutta l’equipe di seri professionisti e imprenditori che fanno parte dell’assetto societario e manageriale sono il motore di questo programma di rinascita. Vorrei esprimere la mia gratitudine al Dott. Giovanni Acanfora, presidente della Givova che ci ha consentito anche lui di concretizzare il nostro progetto. Sono molti coloro che hanno idee, ma sono pochi quelli che decidono di fare qualcosa subito. Non domani, ma oggi. Andiamo avanti con fiducia, responsabilità e impegno”, conclude.

    Leggi anche



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Clementino, Di Leva e Pantaleo incontrano gli studenti al Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio

    Il Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio ospiterà il primo incontro del progetto "Silenzi Sonori" il 26 febbraio dalle ore 11. Questa iniziativa è...

    Napoli, “Se non mi date i soldi vi uccido”, 5 studenti minacciati con un coltello da un presunto camorrista

    Nella recente rapina avvenuta a Napoli, 5 studenti ventenni sono stati minacciati da un individuo mentre si preparavano a riprendere l'auto parcheggiata in via...

    Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

    Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE