Chiaia, arrestato hacker al servizio dei terroristi

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno dato esecuzione ad un provvedimento di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bologna – Ufficio Esecuzioni Penali, nei confronti di G.V., 36enne napoletano, dovendo espiare la pena di 5 anni, 9 mesi e 10 giorni di reclusione per reati sulla prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, truffa, furto in abitazione, false dichiarazioni sulla propria identità, oltraggio a Pubblico Ufficiale e guida senza patente, commessi a Milano, Benevento, Cassino, Napoli, Arezzo e Bologna tra il 2011 ed il 2018.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE