Invalidità civile, l’Inps dà l’ok a patronati e medici certificatori

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dal 1° ottobre 2022 l’Inps ha esteso agli Istituti di Patronato e ai medici certificatori la possibilità, già fornita all’utente interessato, di allegare la documentazione sanitaria per l’accertamento medico legale e la definizione agli atti delle domande di prima istanza nelle regioni in convenzione o revisione di invalidità civile.

Gli operatori degli Istituti di Patronato e i medici certificatori, che forniscono assistenza al cittadino, potranno accedere all’applicativo attraverso il sito istituzionale dell’Inps, autenticandosi con le proprie credenziali di identità digitale.
Gli Istituti di Patronato, per mezzo di un operatore abilitato, potranno inoltrare la necessaria documentazione su delega dei cittadini che abbiano optato per la valutazione agli atti.

Successivamente alla trasmissione, il documento sarà reso disponibile alla commissione medica Inps, che potrà consultarlo e pronunciarsi con l’emissione di un verbale agli atti (senza convocare il cittadino a visita medico-legale), che sarà trasmesso al cittadino a mezzo di raccomandata A/R.



    Qualora, invece, la documentazione pervenuta non venga considerata sufficiente o non permetta una completa ed esauriente valutazione obiettiva, il cittadino sarà convocato a visita diretta.

    “Ad oggi 56.079 utenti hanno allegato 363.966 documenti e di questi il 51% ha ricevuto il servizio senza doversi presentare alla visita medico-legale” ricorda Vincenzo Caridi – Direttore Generale dell’Inps – che conclude: “L’allegazione agli atti anche per i Patronati è un’innovazione importante che va nella direzione voluta dall’Inps della co-produzione dei servizi con gli utenti e i portatori di interesse.

    I patronati hanno avuto un ruolo determinante per i servizi ai cittadini durante l’emergenza Covid e ora, con l’allegazione agli atti, affiancheranno l’Inps e i medici certificatori nei servizi a tutela delle fasce più deboli della popolazione”.
    Per maggiori informazioni è possibile consultare il messaggio Inps 3574 del 1° ottobre 2022




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Aversa, deposito di gas GPL senza autorizzazione: denunciato un 58enne

    I carabinieri hanno scoperto e sequestrato un deposito abusivo di bombole di gas GPL gestito da un cittadino di 58 anni nella sua proprietà ad Aversa. Durante l'intervento, è emerso che il deposito non aveva alcuna autorizzazione e mancava dei requisiti minimi di sicurezza. Nel corso dell'ispezione, sono state rinvenute diverse bombole di GPL, alcune delle quali piene e dotate di tappo di sicurezza, insieme a un'attrezzatura rudimentale per il riempimento delle bombole. È emerso che...

    Napoli, Sangiuliano: “Trovate risorse per il complesso Donnaregina vecchia”

    Il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha annunciato lo stanziamento di risorse per il restauro del complesso Donnaregina vecchia a Napoli. L'intervento riporterà all'antico splendore questo importante sito storico e culturale. L'annuncio è stato fatto durante la presentazione della mostra "Caravaggio a Donnaregina, la Flagellazione di Cristo". La mostra, che si terrà dal 28 febbraio al 31 maggio 2024, è un'iniziativa voluta dall'Arcivescovo di Napoli Domenico Battaglia. In occasione della Pasqua saranno organizzate visite guidate per le scuole...

    Caserta, 18enne picchiato e chiuso in un bagagliaio: 4 arresti

    Un 18enne pestato, sequestrato e caricato nel bagagliaio di un'auto. I Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere hanno arrestato 4 persone per i reati di lesioni personali aggravate, violenza privata e sequestro di persona. L'aggressione è avvenuta la notte tra il 21 e il 22 febbraio 2023. La vittima, un 18enne, si trovava in piazza De Michele a Macerata Campania con alcuni amici. Un gruppo di ragazzi lo ha aggredito, colpendolo con pugni al volto e...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE