Polfer, oltre 98.000 persone controllate: 28 arrestati e 150 indagati, 20 persone rintracciate

SULLO STESSO ARGOMENTO

28 arrestati, 150 indagati e 98.000 persone controllate: questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento Campania, durante il periodo estivo dal 1° giugno al 10 settembre 2022.

Con l’eliminazione delle misure restrittive volte al contenimento della pandemia, si è avuto, nel corso di questi mesi estivi, un grande aumento dei flussi di viaggiatori, specialmente nei mesi di luglio ed agosto, sia a bordo dei convogli regionali, che su quelli ad Alta Velocità, anche per la scelta di molti di trascorrere le ferie in Italia piuttosto che all’estero. Molti i turisti, provenienti da altri stati europei, che hanno scelto il nostro Paese come meta turistica con un incremento dell’utilizzo del mezzo ferroviario.

Sono stati intensificati i servizi istituzionali con l’impiego di 3.407 pattuglie in stazione e 363 a bordo treno, provvedendo a pattugliare, nell’intero periodo, 674 convogli ferroviari. Sono stati predisposti 379 servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori nelle stazioni. Sono state elevate 397 sanzioni amministrative di cui 203 in materia di sicurezza ferroviaria.



    Le attività di controllo sono state potenziate anche attraverso 3 operazioni straordinarie “Stazioni Sicure”, per contrastare le attività illecite maggiormente ricorrenti in ambito ferroviario; 4 giornate “Rail Safe Day”, per la prevenzione di comportamenti scorretti e pericolosi; 4 le operazioni “Oro Rosso” per il contrasto del fenomeno dei furti di rame, causa di disagi e ritardi nella circolazione dei treni.

    A tali iniziative si è aggiunta, il 29 e 30 giugno, l’operazione “Rail Action Day- Active Shield” organizzata a livello internazionale dall’associazione Railpol, a cui partecipano le Polizie ferroviarie e dei trasporti europei.

    Molto importante l’attività di prossimità realizzata dagli operatori Polfer, in particolare nel rintracciare persone scomparse: 20 le persone rintracciate in stazione, di cui 16 minori, non accompagnati, rintracciati e restituiti alle famiglie, su disposizione dell’A.G., o collocati in comunità.

    Da ultimo, nella prima settimana di settembre, due coniugi di 67 e 51 anni, la cui la scomparsa era stata denunciata anche attraverso la nota trasmissione televisiva “CHI L’HA VISTO?”, sono stati ritrovati dopo 8 giorni dalla denuncia dal personale del Posto Polfer di Campi Flegrei.

    Per il loro rintraccio, è stata determinante l’attenzione degli operatori Polfer che hanno notato la somiglianza con le foto diramate in rete, e la corrispondenza di alcune informazioni riportate nella nota di ricerca.

    Grande impulso è stato dato anche all’attività volta a prevenire e contrastare comportamenti anomali in ambito ferroviario (203 i verbali di contravvenzione elevati ai sensi del DPR 753/80), tra cui l’attraversamento binari e il fenomeno, tristemente diffuso tra i giovanissimi, di posizionarsi sui binari per gioco o per sfida, per scattare un selfie, ignorando i pericoli presenti nell’ambito ferroviario. Tali comportamenti hanno spesso ripercussioni sulla sicurezza del trasporto ferroviario e talvolta anche causa di incidenti ferroviari con tragiche conseguenze.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE