google news

Agente penitenziario e medico aggrediti da detenuto nel carcere di Aversa

Il sindacato Uspp chiede che il nuovo Governo inasprisca pene per le aggressioni

    “Violenta aggressione, nel carcere di Aversa, in provincia di Caserta, dove un detenuto già noto per reiterato atteggiamento ostile verso il personale di polizia penitenziaria ed altri operatori sanitari, è andato in escandescenza per futili motivi e prima ha tentato di aggredire il sanitario di turno con una sedia e poi ha lanciato un estintore addosso ad un agente di polizia penitenziaria che è stato costretto a ricorrere alle cure mediche”.

    A rendere noto l’episodio è il Sindacato di Polizia Penitenziaria Uspp. Il poliziotto è trasportato in ospedale dove gli è stata riscontrata una vistosa contusione alla spalla. “Quanto accaduto – commentano il segretario regionale Ciro Auricchio e il segretario nazionale Giuseppe Del Sorbodimostra l’urgenza dell’ inasprimento delle pene per i reati di aggressione al personale di polizia penitenziaria. Chiediamo inoltre al Governo che tra poco si insedierà una legge che annulli i benefici di legge per i detenuti che si rendono protagonisti di aggressioni ai colleghi. Al collega aggredito – conclude la nota dei due sindacalisti – la più ampia solidarietà e vicinanza dell’Unione dei Sindacati di Polizia Penitenziaria”.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV