Così ad Avellino facevano esplodere gli sportelli Bancomat

SULLO STESSO ARGOMENTO

Così ad Avellino facevano esplodere gli sportelli Bancomat Prendevano di mira gli sportelli automatici di banche e uffici postali, organizzando assalti con l’uso di esplosivi: i carabinieri del Comando provinciale di Avellino, al termine di un’indagine avviata nel 2020, hanno arrestato 9 persone in Irpinia e nelle province di Foggia, Lecce e Palermo. Al gruppo vengono contestati 6 assalti a sportelli Atm tra Avellino, Benevento e Roma.

I nove arrestati (sette in carcere e due ai domiciliari) sono quasi tutti pluripregiudicati della provincia di Foggia. Sono accusati di aver fatto parte di una associazione per delinquere finalizzata alla “fabbricazione, porto e ricettazione di esplosivo e materiale esplodente”, “furto aggravato” e “danneggiamento aggravato” ai danni di istituti bancari ed uffici postali.

Una banda attiva in varie regioni del Centro-Sud. La tecnica usata era quella della “marmotta”, cosi’ viene chiamato lo strumento artigianale in metallo, di forma schiacciata e con una lunga asta-impugnatura, utilizzato per introdurre l’esplosivo nel distributore automatico e scardinarlo.



    Le indagini dei carabinieri di Avellino, avviate l’anno scorso, hanno consentito di documentare almeno sei assalti a sportelli Atm nelle province di Avellino, Benevento e Roma, compiuti con l’aiuto di una rete di basisti incaricati di individuare gli obiettivi e fornire al gruppo il supporto logistico.

    Secondo il procuratore di Avellino, Domenico Airoma, “la spregiudicatezza e pericolosita’ del sodalizio criminale e’ dimostrata dalla disponibilita’ ed impiego per le proprie azioni delittuose di esplosivi ad alta carica distruttiva tali da determinare, oltre a ingenti danni agli immobili, con pericolo per la pubblica e privata incolumita’, in alcune occasioni la perdita totale delle banconote, distrutte nelle potenti esplosioni”.

    La Procura della Repubblica di Avellino ha istituito un gruppo di indagine specializzato sulla criminalita’ predatoria, “auspicando di potersi avvalere – sottolinea Airoma – oltre che di una dedicata specializzazione delle forze di polizia, anche della necessaria collaborazione di ogni cittadino”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    Nuove aperture straordinarie al Parco Archeologico di Ercolano per l’arrivo della primavera

    Il Parco Archeologico di Ercolano sta vivendo un momento straordinario, con un aumento significativo dei visitatori rispetto all'anno precedente. Il Direttore Sirano si dichiara sorpreso e soddisfatto per i risultati positivi ottenuti fino ad ora. Grazie ad un meteo favorevole e ad un costante impegno nel promuovere i valori culturali del sito, il Parco sembra non conoscere più periodi di bassa stagione. Il mese di marzo si apre con importanti iniziative, come la domenica gratuita...

    Napoli, Città Metropolitana da ok a manutenzione impianti videosorveglianza nelle scuole

    La Città Metropolitana di Napoli approva interventi di manutenzione degli impianti di videosorveglianza e tecnologici nelle scuole superiori di sua competenza. Gli accordi firmati prevedono un finanziamento totale di 4,7 milioni di euro per garantire la sicurezza e il corretto funzionamento dei sistemi tecnologici presenti negli edifici scolastici. Oltre alle telecamere di videosorveglianza, verranno interessati anche altri impianti come quelli elettrici, antincendio, di rilevazione fumi e trasmissione dati. L'impegno della Città Metropolitana è quello di ottimizzare la...

    De Luca querela Fitto per diffamazione sui Fondi Coesione

    Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha annunciato di aver querelato per diffamazione il Ministro per il Sud Raffaele Fitto e alcuni organi di stampa.La querela riguarda le affermazioni rilasciate da Fitto in merito alla vicenda dei Fondi Coesione. De Luca accusa Fitto di aver diffuso "affermazioni false e calunniose" e di aver adottato "la strategia della confusione, della falsificazione, dei pretesti infiniti". Il Governatore campano sostiene che il Ministro, dopo oltre un anno...

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    Sparatoria a Fuorigrotta: pistoleri in azione in via delle Scuole Pie

    Nella zona di Fuorigrotta a Napoli, si è verificata una sparatoria su via delle Scuole Pie. I carabinieri del comando di Bagnoli sono intervenuti, intorno...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE