Napoli, la pista ciclabile del Lungomare trasformata in una discarica

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Non è un mondo questo per ingenui e per i ‘non fantasiosi’. La maggior parte delle persone si aspetterebbe che le piste ciclabili fossero utilizzate, per l’appunto, dai ciclisti ma questo non sempre accade a Napoli. Per i più fantasiosi ed i meno ingenui (modo ironico per riferirsi agli incivili), infatti, queste possono diventare anche dei parcheggi per auto e moto.

Accade a Viale Anton Dohrn, all‘esterno del Tennis Club come segnalano i cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. Spesso invece sono una vera è propria discarica come è successo questo lunedì mattina. Tanti cittadini hanno inviato foto e segnalazioni allo stesso Borrelli.

“Possibile mai che l’Asia non sia organizzata per pulire il lungomare soprattutto dopo il weekend che richiama sempre migliaia di persone? Per non parlare della sosta selvaggia. Davvero assurdo, sono cose che ci fanno cascare e braccia. Abbiamo sollecitato alla Polizia Municipale ad intervenire con decisione, non si può più far finta di non vedere.



    Questi incivili, arroganti e prepotenti che non rispettano i diritti altrui vanno puniti, il tempo delle tolleranze deve cessare. Occorre lavorare con continuità e determinazione per sradicare questa mentalità, figlia di una sotto cultura incivile e vandalica, che fa avvenire nel nostro territorio le cose più assurde.” –le parole di Borrelli.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Camorra, 50 anni di carcere per il racket del pane ai nuovi Lo Russo di Miano

    I nuovi capi del clan Lo Russo di Miano, accusati di estorsione aggravata, per il cosiddetto racket del pane hanno incassato 50 anni di carcere. Lee condanne hanno riguardato Salvatore Di Vaio, 48 anni, detto "Totore o' Cavallo",  Alessandro Festa, 24 anni, Cosimo Napoleone, 33 anni, Fabio Pecoraro, 26 anni, Giovanni Perfetto, 59 anni, detto "o' mostr ("il mostro", ndr) e Raffaele Petriccione, 25 anni, detto "Raffaele o' pazz" sono stati condannati a 7 an...

    Teatro Bolivar: per la rassegna ‘Piccole storie di eroi’, in scena ‘Pierrot Napoliter’

    Continua, con il terzo dei quattro spettacoli, la rassegna #Familyhero, a cura di Martina Zaccaro, pensata per tutta la famiglia. Il Teatro Bolivar, via Bartolomeo Caracciolo 30, diretto da Nu’Tracks, ospiterà sabato 2 marzo alle ore 17.00 la rassegna teatrale "Piccole storie di eroi" a cura di Martina Zaccaro. Lo spettacolo offerto dalla Compagnia Poster - Popolare d’Avanguardia, intitolato "Pierrot Napoliter", è parte del programma educativo per le famiglie denominato "FamilyHero". Tratto liberamente dal celebre film...

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE