Brusciano, arrestato 16enne: è lui l’accoltellatore

SULLO STESSO ARGOMENTO

Brusciano. Si era vantato con un video in diretta su Instagram: “Uaaa avimm’ abbuffat ‘e cultellat (li abbiamo riempiti di coltellate)”, dopo l’aggressione

Ieri sera personale della Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto per il reato di tentato omicidio emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli nei confronti di un 16enne.

Mercoledì sera gli agenti del Commissariato di Acerra, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Marconi angolo piazza XI Settembre a Brusciano per la segnalazione di una rissa tra alcuni giovani.

    I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da alcune persone le quali, indicando numerose tracce ematiche presenti sul manto stradale, hanno raccontato che, poco prima, alcuni giovani avevano litigato per futili motivi e, dopo qualche ora, uno di essi, con un coltello a serramanico, aveva colpito un altro ferendolo gravemente in zone vitali.

    Attraverso l’attività info-investigativa, i poliziotti sono riusciti ad identificare l’aggressore e, presso la sua abitazione, hanno rinvenuto dei capi di abbigliamento corrispondenti a quelli utilizzati per commettere il reato ipotizzato.

    Il ragazzo ha reso ampia confessione davanti al PM e alla Polizia procedente.

    Ieri, all’esito dell’udienza di convalida, il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato il fermo e disposto per il sedicenne la misura del collocamento in comunità.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE