Pescara: cliente ‘insoddisfatto’ tenta di uccidere giovane cameriere. IL VIDEO

SULLO STESSO ARGOMENTO

Pescara. Un 23enne, di origine straniera studente universitario, è stato ferito da un cliente del locale in cui lavora come barista a piazza della Rinascita a Pescara. Il giovane è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco, esplosi da un uomo che ha pranzato nel locale. Il titolare dell’attività, situata proprio in centro, ha raccontato che l’uomo si sarebbe lamentato per l’attesa del servizio, prima avrebbe colpito con un pugno il ragazzo e poi gli avrebbe sparato. Il giovane è stato trasportato dall’ambulanza del 118 all’ospedale Santo spirito dove si trova anche un’altra dipendente del locale che ha tentato di calmare l’aggressore. Il ragazzo è in gravi condizioni. E’ stato colpito 3 volte alle spalle, ha una ferita al collo e un’altra al torace, secondo quando accertato dai soccorritori del 118.

Sui social è stato diffuso il video, ricavato dall’impianto di sorveglianza del locale, che ha registrato i momenti in cui il ragazzo, a terra dietro al bancone, ha cercato riparo e l’aggressore che dopo aver pranzato sotto i portici della struttura, gli spara alla schiena e fugge. Il gestore del locale ha raccontato che l’uomo, non sarebbe un cliente abituale e si sarebbe lamentato per l’attesa del servizio al tavolo e che prima avrebbe colpito con un pugno il dipendente, studente universitario, poi gli avrebbe sparato. “E’ entrato nel locale con il suo bicchiere di vino ed ha iniziato a inveire contro il mio dipendente, lamentandosi, da quanto abbiamo capito, per i tempi di attesa. Gli ha dato prima un pugno, poi ha tirato fuori la pistola ed ha sparato. Quello che si vede nelle immagini di videosorveglianza fa impressione” ha detto il titolare del locale. L’aggressore, secondo le informazioni fornite dall’imprenditore, stava pranzando all’esterno del locale; non era un cliente fisso, ma pare fosse stato nell’attività anche venerdì sera. “Spero solo che il ragazzo si riprenda – aggiunge – dall’ospedale al momento non abbiamo aggiornamenti. Li’ c’è anche un’altra dipendente, che ha provato a calmare l’aggressore. Sta bene, ma è sotto shock”.

Gli inquirenti stanno cercando di identificare l’uomo che dopo aver ferito il 23enne è scappato.



    IL VIDEO DIFFUSO SU FACEBOOK

    [/video]


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Napoli, il barman si difende: “Rapporto consensuale”, ma resta in carcere

    Il barman napoletano finito ai domiciliari con l'accusa di avere abusato di una turista britannica a Napoli lo scorso luglio ha risposto al giudice, negando le violenze sessuali. Davanti al gip Carla Sarno, il giovane di 27 anni ha confermato il rapporto sessuale, ma ha sostenuto che sia stato consensuale e caratterizzato da modalità completamente diverse da quelle riportate dalla giovane nella sua denuncia presentata il 13 luglio scorso. Secondo quanto riferito dall'avvocato Roberto Saccomanno, legale...

    Nigeriano arrestato per spaccio a Porta Capuana

    La Polizia di Stato ha condotto un'operazione antidroga a Porta Capuana, che ha portato all'arresto di un individuo sorpreso a cedere droga. Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato hanno agito dopo aver notato un soggetto prelevare qualcosa da un contenitore sotto una panchina e consegnarlo in cambio di denaro a un'altra persona. Le forze dell'ordine sono intervenute prontamente, arrestando sia l'acquirente, trovato in possesso della droga acquistata, sia il venditore, che aveva in suo possesso 3...

    125 reperti sequestrati da una collezione privata restituiti al parco di Pompei

    Nel corso di un'operazione condotta dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli, è stata restituita al Parco Archeologico di Pompei una collezione di 125 reperti archeologici di notevole pregio, tra cui vasellame decorato, statuette fittili, utensili e oggetti ornamentali risalenti a varie epoche. La restituzione è avvenuta in seguito a un'indagine collaborativa che ha coinvolto diverse autorità competenti. La collezione, considerata di eccezionale interesse culturale, è stata valutata dall'autorità giudiziaria come di proprietà dello...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE