Nino D’Angelo al Teatro Gesualdo di Avellino

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo lo strepitoso successo nella sua Napoli lo scorso 9 aprile, Nino D’Angelo fa di nuovo tappa in Campania con “Il poeta che non sa parlare” atteso sabato 30 aprile al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino. L’appuntamento, già sold out con oltre un mese di anticipo, è tra gli eventi fuori abbonamento a cura di Anni 60 produzioni nel teatro irpino e sarà l’occasione per ripercorrere con il cantautore napoletano tutta la sua splendida carriera iniziata nel 1976.

Nel 1982 pubblicai la canzone che mi ha cambiato la vita – spiega D’Angelo – ma questo 2022 è un anno particolare anche perché compirò 65 anni. Sarà dunque l’occasione per festeggiare con il mio pubblico i 40 anni da ‘Nu jeans e ‘na maglietta’, la canzone che mi ha portato al primo grande successo e, nello stesso tempo, per festeggiare il mio 65esimo compleanno. Ho voglia di dividere finalmente le mie emozioni con la gente ripercorrendo tutta la mia carriera musicale”.

Durante il live l’artista canterà dunque i brani più amati dalla gente, da quelli da ‘caschetto’ (come appunto ‘Nu jeans e ‘na maglietta’, ‘Pop corn e patatine’, ‘Maledetto treno’) e quelli della successiva svolta musicale (‘Senza giacca e cravatta’ ‘Jesce sole’, ‘O pate’, ‘Brava gente’). Non mancheranno i brani del suo ultimo album ‘Il Poeta che non sa parlare’, uscito lo scorso ottobre, come ‘Voglio parlà sulo d’ammore’, ‘Cattivo penziero’ e ‘Sultanto si perdesse a te’.



    Il tour, prodotto dalla Di.Elle.O e distribuito dalla Stefano Francioni, fa parte del triplo progetto de ‘Il Poeta che non sa parlare’, diviso tra l’album e il libro (edito da Baldini+Castoldi) uscito sempre lo scorso ottobre.

    Lo spettacolo di Nino D’Angelo chiude, per questa stagione, il calendario degli eventi a cura di Anni 60 produzioni nel teatro irpino all’insegna della musica d’autore, mentre per il prossimo anno è atteso Ermal Meta (il 28 marzo 2023 recupero del 4 aprile 2022). Per accedere allo spettacolo, come da disposizioni governative, è richiesto il Green Pass “Rafforzato”, che potrà essere esibito sia in formato digitale che in formato cartaceo. Si ricorda agli spettatori che è obbligatorio indossare la mascherina FFP2. Lo show avrà inizio alle ore 21.

    Dopo la tappa di Avellino, Nino D’Angelo tornerà di nuovo in Campania quest’estate: il grande concerto a Napoli è stato infatti non solo un successo straordinario ma anche l’occasione per l’artista di annunciare la data estiva in città, giovedì 21 luglio, all’Arena Flegrea. Un ritorno già attesissimo: per lo show sono stati infatti già venduti oltre 2mila biglietti. Per info: 089 4688156, http://www.anni60produzioni.com.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Un polo fieristico dedicato alla zootecnia destinato a diventare il più grande d’Italia e pronto a lanciare la sfida all’Europa. Una iniezione di fiducia ai giovani e la grande volontà di completare le opere dedicate al segmento dell’agricoltura iniziate negli ultimi anni. Questi i buoni propositi lanciati da Casa Coldiretti...
    Napoli affonda nella delusione dopo la sconfitta casalinga contro l'Empoli. L'amarezza per un anno senza successi dopo lo scudetto è profonda, e l'atteggiamento svogliato di Osimhen e compagni ha fatto guadagnare loro l'indifferenza di una città che solo 12 mesi fa festeggiava il titolo fino a tarda notte. La disillusione...
    Violenza all'esterno dello stadio Arechi prima del match tra Salernitana e Fiorentina. Dieci agenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti negli scontri tra le due tifoserie. Secondo quanto riferito dalla Questura di Salerno, tre agenti sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso, mentre gli altri sette sono...
    Antonio Scurati, ha recitato (e in parte aggiunto) a Napoli, durante l'evento Repubblica delle Idee, il monologo sul 25 aprile che avrebbe dovuto essere presentato su Rai3 da Serena Bortone. Il pubblico ha interrotto l'autore più volte con applausi. "Il fascismo è stato, per tutta la sua esistenza storica e...

    IN PRIMO PIANO