Delitto di Pasqua nella roulotte, convalidato l’arresto del presunto omicida

Il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha convalidato il fermo di un ucraino di 50 anni accusato di aver ucciso la sera di Pasqua a Pastorano, un connazionale di 47 anni, #PavloZaporozhets.

delitto di pasqua
foto dal web
google news

Pastorano. Il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha convalidato il fermo di un ucraino di 50 anni accusato di aver ucciso la sera di Pasqua a Pastorano, un connazionale di 47 anni, Pavlo Zaporozhets.

Il delitto è avvenuto nella roulotte in cui vive il presunto omicida, situata nel terreno adiacente un canile di cui il 50enne è custode.

Questi aveva cenato con il connazionale; i due, amici e da tanti anni in Italia, avevano alzato anche il gomito, poi probabilmente durante una violenta lite ed una colluttazione, il 50enne ha accoltellato numerose volte l’amico – una trentina i fendenti scoperti dal medico-legale – finendolo con un forte colpo di padella in testa.

Il 50enne si è quindi allontanato mentre il corpo dell’amico è stato scoperto dai proprietari del terreno.

A quel punto i carabinieri della Compagnia di Capua hanno avviato le indagini fermando il presunto omicida, che è stato portato in caserma e interrogato. La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha disposto così il fermo per omicidio volontario, poi convalidato dal Gip che ha disposto il carcere per il 50enne.

23 Aprile 2022 @ 13:56 / Cronache della Campania