Teatro San Carlo, De Luca ‘Il riequilibrio tocca al comune di Napoli’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Teatro San Carlo vive per i contributi della Regione Campania e del ministero. Il riequilibrio deve essere fatto da parte del Comune di Napoli perché nei dieci anni che abbiamo alle spalle la Regione ha stanziato 12 milioni di euro per il San Carlo, cioè il triplo di quello che dà la regione Lombardia alla Scala di Milano, e il Comune di Napoli ha dato, nella migliore delle ipotesi, 600-700 mila euro che servono per fare la sagra di quello che volete voi, non per fare una programmazione“.

Lo dice il Presidente della Campania Vincenzo De Luca che parla a Napoli, a Palazzo Santa Lucia, a margine della presentazione della 15ª edizione del Teatro Festival promosso dalla Regione.

Questa situazione va riequilibrata perché è qualcosa che non si regge – prosegue il governatore parlando sempre del Massimo napoletano -. E’ chiaro che noi dobbiamo tenere viva la programmazione del Teatro San Carlo, è un patrimonio dell’Italia e del mondo, ma tutti devono essere rigorosi e stipendi a sbafo non se ne danno per quello che mi riguarda. Le risorse – conclude De Luca – vanno impiegate solo per la programmazione culturale“.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE