Napoli, migrante tenta di violentare una donna: salvata dai passanti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, migrante tenta di violentare una donna: salvata dai passanti. Carabinieri arrestano 51enne

Pieno giorno, pochi minuti alle 13. Una 31enne del casertano percorre a piedi Via Ponte della Maddalena, strada dove spicca una delle più celebri statue di San Gennaro. Quella che la tradizione popolare napoletana vuole abbia fermato la lava del Vesuvio.

Qualcuno la segue e prima che potesse rendersene conto si ritrova a terra, spinta con violenza da un extracomunitario. L’uomo le blocca le mani e la spoglia, poi si abbassa i pantaloni.



    Le urla disperate della donna attirano l’attenzione di alcune persone, altri passanti e operai di un cantiere. Corrono ad aiutarla e prima di mettere in fuga l’aggressore allertano il 112.

    La donna viene soccorsa e intanto la corsa dell’extracomunitario continua, tallonato dai passanti che comunicano alla centrale operativa dei Carabinieri il suo percorso.

    I militari del nucleo radiomobile lo rintracciano in Piazza Guglielmo Pepe, per l’uomo scattano le manette. Viene immediatamente portato in caserma, gli animi dei residenti iniziavano a scaldarsi pericolosamente.

    Si tratta di un 51enne di origini marocchine, senza fissa dimora, probabilmente una delle persone accampate nella baraccopoli ai piedi dell’ex mercato del pesce o nella parte che corre parallela all’antico “Ponte della maddalena”, fronte porto. E’ stato portato in carcere e dovrà rispondere di violenza sessuale.

    Per la vittima lesioni ritenute guaribili in 10 giorni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Giornata mondiale delle malattie rare. Aimo: oltre 900 quelle oculari, cheratocono la più diffusa

    Colpite ogni anno 50 persone ogni 100mnila, in prevalenza giovani. Legata a fattori genetici ma anche a comportamenti errati come stropicciamento occhi in allergici

    Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

    C'è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell'inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania e Tunisia. Le indagini sono partite da Polla, in provincia di Salerno, per poi coinvolgere i vertici della Regione Campania. Oltre ai funzionari coinvolti, diversi imprenditori del settore rifiuti sono stati posti in stato di fermo. Sono stati sequestrati beni di almeno tre aziende attive nello stoccaggio di rifiuti. L'indagine ha preso...

    Fiat Panda e Pomigliano il matrimonio continua

    La Fiat Panda continuerà ad essere prodotta a Pomigliano almeno fino al 2027 con un aumento del 20% nella produzione a partire da metà marzo. Questa decisione è stata annunciata da Olivier Francois, amministratore delegato di Fiat e direttore marketing globale di Stellantis, durante la presentazione della nuova serie speciale Fiat Pandina presso lo stabilimento di Pomigliano d'Arco. Francois ha sottolineato che la Panda rimane il leader di mercato in Italia e il leader di segmento...

    Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

    Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE