Scafati, Salvati resta per i due voti degli astenuti. ‘Scomparsa la sua maggioranza’

Scafati, Salvati resta per i due voti degli astenuti. La votazione sulla mozione di sfiducia ha visto 11 consiglieri a favore, 11 contrari e 2 astenuti. IpS: "Scomparsa la sua maggioranza"

google news

Scafati, Salvati resta per i due voti degli astenuti. La votazione sulla mozione di sfiducia ha visto 11 consiglieri a favore, 11 contrari e 2 astenuti. IpS: “Scomparsa la sua maggioranza”

LA NOTA di insieme per scafati

A firma dei Consiglieri di opposizione Michele Russo, Michelangelo Ambrunzo, Alfonso Carotenuto e Michele Grimaldi, arriva la nota stampa che spiega come e perché “la crisi dell’amministrazione Salvati è conclamata e irreversibile.”

“La votazione sulla mozione di sfiducia al Sindaco Salvati ha certificato che il Sindaco gode della fiducia di una minoranza di consiglieri, solo 11 su 24.

E’ evidente, quindi, che è scomparsa la sua maggioranza, con la conseguenza che tra ricatti e rimasti le cose per la città andranno sempre peggio.

Esemplare il comportamento dei 10 consiglieri presentatori della mozione di sfiducia che, pur provenendo da storie e percorsi diversi, con coerenza hanno votato la sfiducia compatti, sfiducia alla quale si è unita un consigliere comunale di maggioranza.

Quando abbiamo deciso di presentare la mozione di sfiducia per ritornare al voto tra qualche mese, in primavera, quando voteranno gli altri comuni, eravamo proprio partiti dalla constatazione che tra litigi, incarichi vari, rimpasti e azzeramenti Salvati – qualora lo fosse mai stato – non era più in grado di amministrare.

E’ vero, con il voto di ieri il Sindaco non è caduto, ma questo anche grazie a due consiglieri che hanno scelto di non scegliere, astenendosi e non votando né la fiducia né la sfiducia. La loro astensione, politicamente, rappresenta la scelta di chi si ferma a metà strada per capire se vale la pena continuare o tornare indietro, in attesa del rimpasto. Questo è. Ma questo non cambia lo stato dei fatti: la crisi dell’amministrazione Salvati è conclamata e irreversibile.

Noi, ora, continueremo con fermezza e coerenza, a fare le nostre battaglie di opposizione, nell’interesse della città.

Siamo convinti ed oramai è chiaro anche alla città che Salvati e la sua amministrazione siano un edificio progettato male, ed irrimediabilmente pericolante. Prima questo edificio cadrà, meglio sarà per Scafati e per risolvere i problemi che si accumulano irrisolti.”

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Rampelli: con FDI al 30% e vittoria del centrodestra presidenzialismo, super risorse a Roma, priorità adozioni per etero

Fabio Rampelli è uno dei più importanti esponenti della destra romana. Architetto, già parlamentare diverse volte, attualmente ricopre la carica di vicepresidente della Camera...

Elezioni 2022, Luigi Di Maio fuori dal Parlamento

Il ministro degli estri uscente perde il confronto nel seggio di Fuorigrotta con l'ex ministro dell'ambiente Sergio Costa

Elezioni 2022, ecco tutti gli eletti nei collegi plurinominali in Campania

In Campania il M5Stelle legge 16 deputati e 8 senatori, Fratelli d'Italia elegge invece 4 deputati e 2 senatori

Penne di lusso personalizzate: un regalo indimenticabile per Natale

Terminata la stagione estiva, con il suo caldo torrido, arrivano i primi freddi. I venti gelidi del nord che  rinfrescano l’aria dell’Italia sono solo...

IN PRIMO PIANO

Pubblicita