google news

Giorgia Meloni: ‘Non vaccino mia figlia, non è una religione’

#GiorgiaMeloni: "Non vaccino mia figlia, non è una religione", ha dichiarato in una intervista a Massimo Giannini

    Giorgia Meloni: “Non vaccino mia figlia, non è una religione”, ha dichiarato in una intervista a Massimo Giannini

    Giorgia Meloni, intervistata da Massimo Giannino per lastampa.it, ha negato ogni possibilità di vaccinare sua figlia contro il coronavirus.

    La bambina, seppure per pochi mesi, rientra nella fascia di vaccinazione pediatrica, avendo compiuto 5 anni lo scorso settembre. Non ci sono obblighi di vaccino o di Green pass per gli under12 e sono tanti quelli che hanno preso la stessa strada di Giorgia Meloni, scegliendo di non effettuare la somministrazione vaccinale ai bambini over5.

    “Non vaccino mia figlia, perché il vaccino non è una religione, ma una medicina, quindi valuto il rapporto rischi-beneficio”, ha detto Giorgia Meloni a Massimo Giannini.

    La leader di Fratelli d’Italia ha poi aggiunto: “Le possibilità che un ragazzo muoia di Covid sono le stesse che muoia colpito da un fulmine”. Un concetto già ribadito in altre occasioni da Giorgia Meloni, che invece ha scelto di vaccinarsi. “Io ho una bimba di 5 anni, io sono una persona che guarda i dati empirici. Sulla vaccinazione covid di mia figlia vado molto cauta”, aveva detto lo scorso dicembre Giorgia Meloni intervenendo nel programma di Rete4 Dritto e Rovescio pochi giorni dopo l’approvazione da parte di Aifa del vaccino pediatrico.

    “Mentre ho chiamato mia madre per vaccinarsi, perché è una persona ad alto rischio. Diverso il ragionamento su un bambino di 5 anni. Se guardiamo i dati, scopriamo che tra 0 e 19 anni il rischio di mortalità da Covid è dello 0,01%, dato dell’Iss”, spiegò ancora in quella circostanza la leader di Fratelli d’Italia.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV