Apre al pubblico villa Grauso: la casa di ‘Gomorra’, de ‘I fratelli De Filippo’ e del ‘Commissario Ricciardi’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

Marcianise. Tesori nascosti, Maurizio Stocchetti, presidente Associazione GIA.D.A. annuncia: «Il 30 gennaio di quest’anno aprirà le porte, nel centro storico di Marcianise, Palazzo Grauso, un’antica dimora storica in stile Liberty, set cinematografico del film ‘I fratelli De Filippo’ di Sergio Rubini».

Il presidente Stocchetti: “Si tratta di un’apertura straordinaria di Palazzo Grauso, nel centro storico di Marcianise, una dimora storica privata di fine Ottocento della famiglia Grauso, imprenditori fiamminghi della seta, che arrivarono a San Leucio ed aprirono la loro fabbrica per la lavorazione della seta.

Gli fu infatti assegnata una medaglia di bronzo all’ Esposizione Universale di Parigi del 1878 per la Migliore Seta del Mondo.
L’edificio in origine era un’antica foresteria dell’adiacente Palazzo del Canonico Giovan Battista Novelli (1764)”
“Il farmacista Eugenio Grauso la acquisì nel 1900 per farne residenza privata e bottega farmaceutica.



    Gli interni risentono dello stile del tempo, dichiaratamente di gusto Liberty, che si affermò nel Novecento.

    Negli ultimi anni la Casa è stata set cinematografico dei film ‘Il Commissario Ricciardi’, ‘Gomorra’ ed ‘I Fratelli De Filippo’, pellicola cinematografica di Sergio Rubini con Giancarlo Giannini”.

    Al primo piano, cui si accede da un’ampia e luminosa scala, sono disposte varie sale decorate con mobili dell’Ottocento e del Novecento.

    Nel salotto dell’Aurora, il soffitto fu dipinto nel 1914 da Luigi Taglialatela (Giugliano 1877-1953).

    L’abitazione ha un’atmosfera raccolta, intima e preziosa.
    Fa da cornice alla casa una loggia, incantevole in primavera, tra le spalliere di glicini ed il profumo dei gelsomini.
    Sul fondo è posizionata una statua marmorea di Narciso, che si specchia nell’acqua di una vasca semicircolare. Palazzo Grauso è visitabile tutto l’anno su appuntamento per gruppi di minimo 15 persone. Per chi fosse interessato ad organizzare una visita privata, basterà contattare telefonicamente il numero: +39 333 4040198 o scrivere una mail a: [email protected]


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Prosegue lo sciopero della fame di Gianni Fabbris, Adriano Noviello e Sebastiano Lombardo, allevatori di bufale che da quattro giorni protestano davanti al Ministero della Salute a Roma. Oggi, 50 pacchi di mozzarelle di bufala, donate da quattro caseifici artigianali casertani, sono stati inviati a rappresentanti di Governo, Parlamento e...
    Joao Cancelo, difensore del Barcellona, ha denunciato una serie di insulti e minacce ricevute dopo l'errore che ha contribuito alla sconfitta contro il PSG e all'eliminazione ai quarti di finale di Champions League. L'episodio si è verificato quando il portoghese ha commesso un fallo da rigore su Dembele, permettendo...
    Il Terebinto Edizioni è lieto di annunciare l'undicesima puntata del Caffè Letterario. Riscontri d'Autore, la rassegna avellinese che si è affermata tra i più prestigiosi incontri culturali della provincia irpina, offre uno spazio di dialogo e confronto tra autori e appassionati di letteratura, storia e filosofia. Il prossimo appuntamento si terrà...
    La Commissione parlamentare Antimafia ha richiesto alla Procura di Avellino, guidata da Domenico Airoma, gli atti dell'inchiesta che ha portato all'arresto del sindaco dimissionario Gianluca Festa, dell'ex dirigente comunale Filomena Smiraglia e dell'architetto Fabio Guerriero. Festa è accusato di una serie di gravi reati, tra cui corruzione, concorsi truccati, irregolarità...

    IN PRIMO PIANO