Truffa dello specchietto a Pozzuoli: denunciate 2 persone

SULLO STESSO ARGOMENTO

Pozzuoli. La Polizia di Stato, nell’ambito dei rafforzati servizi di prevenzione e repressione dei reati predatori, lo scorso 7 dicembre è riuscita a sventare una truffa ai danni di una pensionata 76enne, presa di mira da due soggetti di 29 e 36anni, entrambi di Afragola.

I due, infatti, avrebbero messo a segno l’ennesima truffa ai danni della donna se non fossero intervenuti, tempestivamente, gli agenti del Compartimento di Polizia Stradale “Campania-Basilicata”.

L’attenzione dei poliziotti, nell’ambito dei servizi di vigilanza autostradale, mentre percorrevano la SS7 Quater, nel comune di Pozzuoli, è stata attratta dalla presenza di tre persone, una donna e due uomini, che discutevano tra loro nella piazzola di sosta.

    L’intervento degli investigatori è stato provvidenziale nello smascherare i due truffatori, che sarebbero riusciti a portare a termine il colpo ai danni della donna se non fossero intervenuti giusto in tempo per impedirglielo.

    I due, utilizzando la “c.d.tecnica dello specchietto” avevano fatto credere alla donna che, mentre viaggiava a bordo della sua autovettura Hyundai Picanto, aveva urtato la loro autovettura Fiat 500X.

    All’interno della Fiat 500X, risultata noleggiata e con targa straniera, sono stati sequestrati: un bastone in legno della lunghezza di 60cm, un pezzo di carta vetro di colore rosso scuro ed un telefono cellulare dual sim in uso al 29enne.

    Nel corso delle indagini gli agenti hanno accertato che entrambi i soggetti, una settimana prima, si erano resi responsabili di una analoga truffa ai danni di un medico mentre percorreva l’A56 -Tangenziale di Napoli – all’altezza di Capodichino, motivo per il quale i due sono stati denunciati, in concorso tra loro, per truffa e tentata truffa. Sono in corso ulteriori indagini tese ad accertare eventuali altre vittime.






    LEGGI ANCHE

    Messaggi in rete: “Borrelli è grave”, ma è una Fake news. Il deputato: “Sto benissimo”

    La diffusione di un messaggio vocale da una chat all'altra nel pomeriggio di oggi ha generato preoccupazione. Una voce maschile annunciava che il deputato napoletano...

    Ancora controlli al Parco Verde di Caivano: 244 identificati

    Controlli a Caivano: operazione straordinaria delle forze dell'ordine.ù Nella giornata di ieri, il Commissariato di Afragola, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine Campania, ha...

    Napoli, morta Alessandra Golia, la storica restauratrice del Museo di Capodimonte

    Cordoglio al Museo Capodimonte per la scomparsa della storica restauratrice Alessandra Golia. Il direttore Eike Schmidt e il personale del Museo e Real Bosco...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE