Europa – Cinema al femminile termina con un tributo ad Alice Guy -Blaché, cineasta e produttrice francese.




Con un tributo al genio magmatico della cineasta e produttrice francese , lunedì 20 dicembre giunge al termine la rassegna di proiezioni “Europa – Cinema al femminile” ideata dalla produttrice Antonella Di Nocera e coordinata da 15 06 Film con la direzione organizzativa di Elisa Flaminia Inno.

In questa ultima giornata, gli spettatori in sala potranno rivivere le scoperte e le rivelazioni dell’immaginario cinematografico di fine Ottocento e inizio Novecento, quando questo nuovo linguaggio espressivo e artistico ignorava ancora le sue stesse possibilità di racconto e sintesi della realtà, sempre in sospensione tra momenti di fiction e fatti da documentario.

In particolare, i 13 corti firmati Guy-Blaché e realizzati nell’arco temporale che oscilla dal 1900 al 1907 sono una serie di frammenti che ondeggiano tra vita quotidiana e sentimenti.

Dopo l’introduzione della docente Anna Masecchia – Università degli studi di Napoli Federico II, la proiezione in successione di “Chez le magnétiseur” (1’), “Chirurgie fin de siècle” (1900 – 2’), “Avenue de l’opéra” (1900 – 1’) “Chapellerie et charcuterie mécaniques” (1900 – 1’) , “Chez le photographe” (1900 – 1’).

Questions indiscrètes” (1906 – 2’), “Madame a des envies” (1907 – 4’), “Les Résultats du féminisme” (1906 – 7’) , “Le Lit à roulette” (1907 – 4’), “La Course à la saucisse” (1907 – 4’), “Alice Guy tourne une phonoscène” (1905 – 2’) , “Sur la barricade” (1907 – 4’) , “Le Billet de banque” (1907 – 10’) per un viaggio a ritroso nei secoli lungo 50 minuti.

Per il progetto “FAScinA” – Forum delle Studiose di Cinema e Audiovisivi, con il commento della professoressa Lucia Cardone – Università degli Studi di Sassari, la proiezione del video-saggio “Io sono due” (5’) realizzato da Mirella Soprano.

Ancora, con l’introduzione della docente Gina Annunziata dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, il reportage “ Cinema al femminile” (15’) degli studenti dell’Accademia di Belle Arti che hanno collaborato alla rassegna in qualità di stagisti. Infine la premiazione impegno “Diversity & Inclusion” R.U. di BNL e un brindisi finale di auguri.



A Napoli domani riapre la galleria Vittoria

Notizia precedente

Boom di contagi covid in Campania: la positività schizza al 5,19%

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..