Secondo ko consecutivo per il di Luciano Spalletti, che crolla a Mosca contro lo Spartak dopo la sconfitta di San Siro contro l’Inter. Il tecnico di Certaldo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post-partita.

“A Milano avevamo perso troppi palloni e fatto scelte timide – le parole dell’allenatore -. In questo senso il secondo tempo di stasera è stato migliore, abbiamo giocato di più la palla. Purtroppo gli errori sono stati fatti in avvio di gara, il rigore subito all’inizio ci ha messo in grande difficoltà perché ha permesso loro di giocare in contropiede, ci hanno concesso pochi spazi”.

ADS

“Non dovevamo prendere il primo gol, l’abbiamo impostata in maniera troppo offensiva. Dovevamo gestirla come nella ripresa, putroppo non ci siamo riusciti. Era troppo tardi – ha aggiunto -. Abbiamo avuto tante occasioni, è mancata la zampata decisiva”.

LEGGI ANCHE  l cartone animato Caggiulino Campanum fa tappa a Salerno

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Pagelle Napoli: Elmas il più pericoloso; Koulibaly e Lobotka, che fatica

“Fabian Ruiz out? Ha avuto un piccolo problema, l’avrei messo a rischio per la Lazio – ha precisato in conferenza stampa -. Se il clima ci ha condizionato? No, gli altri hanno vinto perché più bravi di noi”. Il tecnico ha inoltre spiegato il motivo della mancata stretta di mano a Rui Vitoria, allenatore dello Spartak: “Se vengo a casa tua mi saluti all’inizio, non a fine partita e dopo la vittoria. Così è troppo facile”.

Vicenzo Scarpa

@RIPRODUZIONE RISERVATA



Vincenzo Scarpa, studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport e serie tv, ama scrivere e parlare di calcio

Pagelle Napoli: Elmas il più pericoloso; Koulibaly e Lobotka, che fatica

Notizia precedente

Super green pass: da trasporti a bar e ristoranti. COSA CAMBIA

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..