Napoli, scappa all’alt della polizia: si schianta e viene denunciato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Non si ferma all’alt e dopo un breve inseguimento per le strade del Centro Direzionale aggredisce i poliziotti: denunciato.

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Taddeo da Sessa sono stati avvicinati da una persona la quale ha raccontato che, poco distante, vi era un’auto con un uomo a bordo che stava effettuando manovre pericolose per la circolazione stradale.

I poliziotti hanno raggiunto l’auto ed hanno intimato l’alt, ma il conducente inizialmente ha finto di fermarsi per poi accelerare la marcia in direzione di via Porzio.
Ne è nato un inseguimento terminato in via Terracini dove l’uomo ha perso il controllo del mezzo impattando contro un muro e, nonostante l’urto, ha innestato la retromarcia tamponando la volante per cercare la fuga fino a quando, sceso dall’auto, con difficoltà e dopo una colluttazione, è stato bloccato.

    Gli operatori, dopo aver richiesto l’intervento di personale del 118, hanno denunciato N. P., 38enne napoletano per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento aggravato di beni della pubblica amministrazione. Inoltre, gli sono state contestate 5 violazioni del codice della strada per mancanza di copertura assicurativa, mancato uso delle cinture di sicurezza, mancata esibizione dei documenti di circolazione e velocità non commisurata, mentre l’auto è stata sequestrata.






    LEGGI ANCHE

    20 vittime della strada nell’ultimo fine settimana in Italia

    Il fine settimana che va dal 16 al 18 febbraio ha registrato 20 vittime sulle strade italiane a causa di incidenti, un numero identico...

    Torre del Greco, faceva prostituire la compagna e mamma di suo figlio: arrestato

    L'uomo, di 29 anni, a volte costringeva la compagna di soli 21 anni a guardare mentre faceva sesso con altre donne

    San Tammaro, sequestrato autocarro con rifiuti pericolosi

    Operazione delle forze dell'ordine nel comune di San Tammaro (CE) ha portato al sequestro di un autocarro Fiat Iveco sospetto di trasporto illegale di...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE