‘E allora tu’, il nuovo singolo dei Flexus

SULLO STESSO ARGOMENTO

Da oggi, venerdì 5 novembre, sarà in rotazione radiofonica “E Allora Tu“, il nuovo singolo della band emiliana Flexus, contenuto nell’album “Le Orchestre Non Suonano Più“, disponibile in formato fisico e distribuito su tutte le piattaforme digitali.

“E Allora Tu” si apre a colpi di tuba, trombe e bombardino della Banda Bignardi di Monzuno, portando il cantautorato dei Flexus a sondare nuovi territori sonori divisi tra ritmi balcanici e ska. Il videoclip che accompagna l’uscita si muove su una suggestiva atmosfera felliniana, girato su uno scuolabus in viaggio tra i colli bolognesi di Monzuno e Borgo Colle Ameno di Sasso Marconi, in un contesto giocoso, quasi fiabesco, allegro e variopinto.

L’album “Le Orchestre Non Suonano Più” da cui è estratto il nuovo singolo è il frutto di oltre un anno di lavoro e di diverse collaborazioni e, a proposito di “E Allora Tu” i Flexus dicono: “È un modo originale per raccontare quel periodo carico di emozioni e aspettative che ogni genitore ha vissuto prima di poter abbracciare per la prima volta il proprio/a figlio/a. La vita prima della vita, una boccata d’aria fresca“.






LEGGI ANCHE

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE