tosca



La cantante e le donne di Forcella sono le protagoniste della prossima settimana di programmazione del Trianon Viviani – teatro della Canzone napoletana.

Dopo il successo dell’inaugurazione di stagione, il cartellone, firmato da , propone un doppio appuntamento tra musica e teatro: giovedì 28 e venerdì 29 ottobre, alle 21, andrà in scena Sirene, signore e signorine, performance del progetto speciale la Scena delle Donne – Percorsi teatrali con le donne a Forcella, ideato e curato da Marina Rippa per f.pl. femminile plurale; sabato 30 e domenica 31 ottobre, sempre alle 21, l’atteso concerto di , Morabeza in teatro.

ADS

Nelle atmosfere di colore e calore di un immaginario salotto sudamericano, interpreta dal vivo i brani del suo ultimo album, Morabeza, spingendosi oltre i confini della propria ricerca musicale e portandoci in giro per il mondo con lingue e sonorità diverse.

Accompagnata dai suoi musicisti, l’eclettica artista regalerà al pubblico del Trianon Viviani un concerto in cui proporrà anche i brani contemporanei e meno recenti dell’area musicale latina compresa tra il Centro e il Sud dell’America.

‘Sirene, signore e signorine’, è una performance nella quale si racconta, attraverso il vissuto di ciascuna, la storia di donne che hanno avuto a che fare con la città di Napoli. Sono figure leggendarie, mitologiche e figure reali.

LEGGI ANCHE  La Campania acquista il vaccino Sputnik in attesa dell'ok dell'Ema

Artiste, sante, regine, donne colte o del popolo, studiate e incarnate a seconda della “corrispondenza” con se stesse. Così si incontrano, tra le tante, Diana De Rosa, Adriana Basile, Giovanna I d’Angiò, Maria d’Avalos, la sirena Parthenope, Bernardina Pisa, santa Restituta, la Madonna delle scarpette e quella bruna del Carmine, Maria Lorenza Longo e Maria Paris.

Figure femminili spesso dimenticate, non tutte napoletane di nascita, ma che hanno fatto della città la loro patria di elezione, immaginate di passaggio al teatro Trianon Viviani a raccontarci di loro, del tempo vissuto, di un pezzo di storia che spesso non si conosce.

 



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Napoli, 2 migranti irregolari rubano scarpe: inseguiti e arrestati

Notizia precedente

Portici, il dramma di Davide e la figlia Layla di 7 anni in Tanzania

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..