Cronaca Salerno

Mazzette e corruzione elettorale a Salerno. Indagato anche il neo sindaco Vincenzo Napoli

Nell’inchiesta della Procura di Salerno figurano 29 indagati e tra questi anche Vincenzo Napoli, rieletto sindaco due settimane fa



vincenzo napoli




C’è anche il neo sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, tra i 29 indagati della maxi inchiesta della Procura che stamane ha portato all’emissione di 10 ordinanze cautelari tra cui quelle degli arresti domiciliari per il consigliere regionale Nino Savastano, ex assessore proprio a  Salerno.

Nell’operazione che vede indagate nel complesso 29 persone sono state eseguite anche perquisizioni locali a soggetti non destinatari di misure cautelari e tra questi il primo cittadino. Tra le accuse associazione a delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti e corruzione elettorale

Arrestati anche Fiorenzo Zoccola, e il dirigente del settore Ambiente del Comune, Luca Caselli, Per Fiorenzo Zoccola, gestore di fatto di diverse altre cooperative che avevano in gestione la manutenzione ordinaria e conservativa del patrimonio del Comune di Salerno, è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre per Luca Caselli sono stati disposti gli arresti domiciliari, Nei confronti degli imprenditori di fatto titolari delle cooperative è stato invece disposto il divieto di dimora nel comune di Salerno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Mazzette sugli appalti: arrestato il consigliere regionale Nino Savastano

L’operazione è stata eseguita questa mattina dagli agenti della squadra mobile di Salerno che hanno dato esecuzione a una ordinanza cautelare emessa dal Gip del tribunale di Salerno su richiesta della procura salernitana.

 

Google News

Vladimir Luxuria torna in teatro con ‘Discarica’

Notizia precedente

Sciopero trasporti a Napoli: chiuse 2 funicolari, ok metro 1

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..